Napoli, nuova stesa a San Giovanni: proiettile dentro casa di un insospettabile

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Ancora una stesa la notte scorsa a san Giovanni a Teducccio e questa volta però nel mirino è finito un insospettabile 46enne. E’ accaduto in via Nuova Villa, zona sotto il controllo del clan della famiglia D’Amico alleati dei Mazzarella. Le forze dell’ordine hanno ritrovato sul posto 4 bossoli calibro 7,65 mentre l’ogiva di un quinto colpo è stata trovata conficcata nella parete del salotto di casa del 46enne R. L. R. che non risulta affiliato. L’uomo ascoltato dagli investigatori ha sostenuto di non sapere spiegare i motivi di quella che sembra essere una chiara intimidazione nei suoi confronti. Gli investigatori ora stanno scandagliando nella sua vita, nei suoi rapporti, nelle sue frequentazioni per cercare di capire da dove arriva quel “segnale” e perché. Non è escluso che si tratti di una vicenda personale ma la pista che porta alla faida in atto nella zona tra i Rinaldi-Reale-Silenzio da una parte e i D’Amico-Mazzarella dall’altra rimane quella privilegiata.



Torna alla Home

telegram

LIVE NEWS

NAPOLI, la Procura indaga tre medici per la morte, al Monaldi, del neonato venuto alla luce alla clinica Villa Stabia

Napoli. Un neonato di soli tre giorni è morto all'ospedale Monaldi di Napoli dopo aver contratto un'infezione batterica. I genitori, sconvolti dalla tragedia, hanno presentato una denuncia e la Procura di Napoli ha aperto un'indagine per omicidio colposo in ambito sanitario. Tre medici sono stati iscritti nel registro degli...

Clan Contini 180 anni di carcere per i 12 imputati dell’operazione “Cartagena”

Napoli. Dopo l'annullamento della Cassazione, il processo d'appello per i ras e l'ala imprenditoriale del clan Contini si conclude con una serie di "sconti" di pena e condanne complessive per oltre 180 anni di carcere. La Corte d'appello di Napoli ha rideterminato quasi tutte le condanne precedenti, con alcuni casi...

CRONACA NAPOLI