Non vuole che la figlia viva “all’occidentale” e l’ha minacciata di morte, ma la ragazza ha trovato il coraggio di raccontare tutto alla polizia e il genitore, un tunisino di 50 anni, e’ stato denunciato a piede libero per minacce. La ragazza, 20 anni, e’ ospite della struttura di un’associazione che si batte contro la violenza sulle donne. Come riportato dai quotidiani riminesi, i fatti risalgono allo scorso mese quando la giovane chiamo’ il 113 perche’ il padre l’aveva appena picchiata e minacciata di morte. Sul posto intervennero gli agenti delle volanti che la misero in salvo. Le successive indagini della squadra mobile avrebbero inchiodato il padre, musulmano rigoroso, alle sue responsabilita’.



Pubblicità'

Strage del bus sul viadotto, il perito: ‘Manutenzione carente’

Notizia Precedente

Arzano, consiglio comunale monotematico contro la camorra

Prossima Notizia