Una nuova scossa di magnitudo 4.5 è avvenuta a 4 chilometri da Montecilfone in provincia di Campobasso alle 22.22 ad una profondità di 9 km. Il Terremoto è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-Roma.Lo ha detto Carlo Doglioni presidente Ingv a Rainews 24. A seguito della scossa di terremoto in Molise e’ stata sospesa in via precauzionale, dalle ore 20.40, la circolazione ferroviaria su alcune linee per consentire la verifica dello stato dell’infrastruttura da parte dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana. E’ quanto si legge in una nota in cui sottolinea che le tratte interrotte sono la Ortona – Foggia (sulla linea Adriatica) e la Vairano – Campobasso – Termoli. Nessun treno e’ fermo in linea. Crolla un muro di un’abitazione in fase di ristrutturazione, lesionata dal precedente sisma del 2002 a Guardialfiera. Nel ristorante “Miralago” sono saltate piastrelle e crepe hanno interessato i muri. Le persone che stavano cenando all’interno sono scappate fuori di corsa. Molta la paura. Diverse pietre e tegole sono cadute da varie abitazioni del paese. Il Sindaco Vincenzo Tozzi e’ gia’ in contatto con i Vigili del Fuoco per un sopralluogo domani mattina. “La scossa e’ stata molto forte – ha commentato -, siamo tutti in strada. Domani faremo delle nuove verifiche”.

Crollo di un muro interno in una masseria abitata, in localita’ Coppera, a Palata. Al momento della scossa di 5.1, la famiglia composta da un’anziana ultraottantenne con due figli di cui uno disabile era riunita in casa per la cena. I quattro sono usciti all’esterno mentre dentro la masseria e’ caduto un muro divisorio, arredi e stoviglie. Tantissima la paura. Il sindaco del paese Michele Berchicci ha provveduto a dare loro un aiuto per il trasferimento in un casolare vicino dove hanno trovato alloggio per la notte. Altri piccoli crolli interni si sono verificati in paese. Fortemente lesionata la stessa casa del primo cittadino ed il Municipio. “La situazione e’ critica – ha dichiarato all’Ansa il primo cittadino Michele Berchicci -. Sono rientrato un attimo a casa dopo il giro per il paese e ci sono molte lesioni. Anche in Comune ci sono crepe. Subito dopo la scossa di 5.1 e’ saltata la luce di telefoni non hanno funzionato”. La popolazione e’ rimasta fuori casa ed in molti resteranno fuori. “Almeno l’80% delle persone del paese è fuori casa. Io posso confermare che sicuramente non ci sono feriti, però l’entità dei danni non posso dirla perché qualcuno mi parla di crepe importanti nelle abitazioni tutto sarà più chiaro domattina”. Così Mario Bellotti, sindaco di Guglionesi, in provincia di Campobasso, a RaiNews24.

Numerose squadre dei Vigili del fuoco da Campobasso al Basso Molise si stanno dirigendo nei paesi colpiti dal sisma di questa sera. La notizia e’ che al momento la statale n. 647 Bifernina e’ aperta al traffico. In molti hanno lasciato le zone costiere per tornare nelle abitazioni dell’interno: in direzione Campobasso c’e’ un traffico consistente.



Pubblicità'

Crollo Genova, Di Maio: ‘Attendere indagini? La sentenza sono i 40 morti’: Più di dieci i dispersi. LE FOTO E LE STORIE

Notizia Precedente

Terremoto, altre 27 scosse dopo la prima delle 22, 20: paura, lesioni e crolli in Molise e nel Centro Sud

Prossima Notizia