‘Sono forte’: è fuori pericolo il giovane cuoco casertano accoltellato alle Canarie dove lavora

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Sono forte” ha scritto sul suo profilo social Giuliano Laudicino il giovane cuoco di 27 anni di Santa Maria Capua Vetere accoltellato due giorni fa all’esterno di una discoteca a Tenerife nelle Canarie dove lavora dallo scorso febbraio come cuoco. Uno dei suoi aggressori, un giovane di nazionalità inglese è già stato fermato. E’ stato individuato grazie alle riprese delle telecamere della discoteca Papagayo dove è avvenuta l’aggressione. La polizia spagnola sta cercando anche il secondo aggressore complice del primo fermato che poi sarebbe quello che materialmente ha sferrato i fendenti che lo hanno colpito in maniera non grave al viso e alla gola. Si sta cercando di ricostruire la dinamica dell’aggressione . Probabilmente  i ragazzi tutti alterati dal consumo eccessivo di alcol si sarebbero azzuffati prima all’interno della discoteca e poi all’esterno dove ad avere la peggio è stato proprio Laudicino. Accanto a lui in ospedale c’è la madre, Giovanna palombi, titolari di un negozio di abbigliamento a santa Maria Capua Vetere che si trovava a Tenerife già da qualche giorno dove era andata a trovare il figlio. Molti i commenti di solidarietà e l’invito a non mollare sul profilo social del giovane cuoco che ha già risposto e rassicurato tutti i suoi amici.






LEGGI ANCHE

Mondragone, pusher minacciano il cliente che non acquista droga: arrestati

Come i mariti che non accettano la fine della relazione coniugale e minacciano le compagne anche gli spacciatori, mossi da sentimenti diversi della gelosia,...

I passi di Zoe, concerto Jazz alla Casa del Mandolino a Napoli

Concerto Jazz alla Casa del Mandolino e delle Arti del Mediterraneo La Casa del Mandolino e delle Arti del Mediterraneo è uno spazio multidisciplinare...

Voragine al Vomero, Fiorello sdrammatizza: “Da ‘Mare Fuori’ si è passati a ‘Terra Dentro’...

Al via una nuova puntata all’insegna del buonumore con il Mattin Show dei record. Davanti al glass del Foro Italico, il pubblico è arrivato...

Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE