Aggiornato -

16 Agosto 2022 - 02:47

Aggiornato -

martedì 16 Agosto 2022 - 02:47
HomeCronacaNapoli, minaccia medici e infermieri dell'ospedale San Paolo con l'asta della flebo,...

Napoli, minaccia medici e infermieri dell’ospedale San Paolo con l’asta della flebo, poi devasta l’ufficio: fermato dalla polizia

Napoli. Minaccia medici e infermiere del pronto soccorso dell’ospedale san Paolo con l’asta della flebo, poi rompe, computer , fotocopiatrici e stampante. E solo grazie all’intervento della polizia che viene immobilizzato e bloccato. Il paziente […]
google news

Napoli. Minaccia medici e infermiere del pronto soccorso dell’ospedale san Paolo con l’asta della flebo, poi rompe, computer , fotocopiatrici e stampante. E solo grazie all’intervento della polizia che viene immobilizzato e bloccato. Il paziente si lamentava che qualcuno aveva rubato il suo cellulare durante i controlli. Ma alla fine si è scoperto che lo aveva dimenticato sul davanzale mentre fumava una sigaretta. L’uomo, un 49enne di Soccavo, è stato denunciato dalla polizia.  E’ l’ennesimo racconto di aggressione (la numero 60 del 2018) ai danni di medici e pazienti degli ospedali napoletani. La notizia, con la solita dovizia di particolari è raccontata sulla pagina facebook dell’Associazione ‘Nessuno tocchi Ippocrate’. Ecco cosa ha raccontato Guido Goretti, uno dei protagonisti di quei momenti di paura: “Sono circa le 4 di mattina, dovrei poter lavorare. Invece c’è un tipo difronte a me che sta facendo roteare le aste per la flebo e ci minaccia. Ne lancia una e colpisce il tavolo. Poi ne trova una seconda, e colpisce il mio computer. Finite le aste per le flebo non ha altro da lanciare se non le barelle. E quindi ricomincia. Almeno siamo protetti da un tavolo, difficilmente potrà lanciarle oltre, penso io. E infatti alla fine allontanandoci dal tavolo ci riusciamo a mettere al riparo. Si lamenta per un cellulare a suo dire rubato. Passa poco, e comincia con le minacce. Se non salta fuori il suo cellulare, dice, va a prendere della benzina e da fuoco al pronto soccorso. Con noi dentro. Ci da due minuti per restituirlo e passati i due minuti comincia a lanciare per aria fotocopiatrici e stampanti distruggendole. Poi alla fine arriva la Polizia e il cucciolo finalmente si calma. Ah, ovviamente Il cellulare lo aveva dimenticato sul davanzale durante la pausa sigaretta“.

Redazione Cronache
Redazione Cronachehttps://www.cronachedellacampania.it
Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news

Leggi anche

Calcio Napoli, Spalletti: “Lobotka? Sembrava Iniesta”

Calcio Napoli. "Non è una partita che può dire quale sarà il percorso, bisognerà darci tempo. Sono stati bravi tutti anche se in alcune...

Calcio Napoli, buona la prima: 5 a 2 a Verona

Il Napoli fatica all'inizio, va in svanteggio ma poi schiaccia sull'acceleratore e vince largamente la prima di campionato espugnando il 'Bentegodi'. Lo scontro con il...

Poggioreale, il garante: “I detenuti hanno chiesto di vedere le partite del Napoli”

Visita a Poggioreale nel giorno di Ferragosto del garante campano dei detenuti Samuele Ciambriello. Tante le richieste emerse dai colloqui con i detenuti per una...

Allerta meteo Campania, domani piogge e temporali

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un nuovo avviso di criticita' di colore giallo per piogge e temporali per la giornata di...
spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita