Allarme caldo nelle prossime ore a Napoli ed in Campania i consigli dei medici del sindacato Smi:

SULLO STESSO ARGOMENTO

Allarme caldo nelle prossime ore a Napoli ed in Campania i consigli dei medici del sindacato smi. Maggiormente a rischio sono gli anziani ed i bambini dichiara Ernesto Esposito Segretario Smi alla asl Napoli 1 centro:”E’ necessario bere molta acqua per evitare la disidratazione e non uscire nelle ore da mezzogiorno al primo pomeriggio.E’ necessario mangiare frutta, verdura e carboidrati come pasta e pane ed evitare assolutamente cibi grassi . Per ogni necessita’ si puo’ contattare il proprio medico di medicina generale tuttavia e’ bene ricordare che i presidi della ex guardia medica sono in prima linea per assicurare assistenza sanitaria in queste giornate.

I presidi di Continuita’ Assistenziale(ex guardia medica) su tutto il territorio Campano sono pronti a garantire la assistenza territoriale notturna,festiva,prefestiva e turistica anche nel mese di Agosto 2018 evidenziano i medici dello Smi.Come tutti gli anni saranno migliaia gli interventi effettuati in tutta la Regione dai medici di continuita’ assistenziale, Il nostro Sindacato (SMI) ritiene questo un pubblico servizio indispensabile a cui si rivolgono in Estate sopratutto gli anziani e comunque tutta la popolazione anche turistica nelle piu’ rinomate localita’ della nostra Regione.Il Servizio di Continuita’ Assistenziale non va in ferie e risponde a tutte le chiamate in queste calde giornate estive con la massima affluenza di interventi anche domiciliari ,ambulatoriali e consigli telefonici che nella settimana di ferragosto raggiungono il picco..I presidi di CA garantiranno la assistenza sanitaria nelle giornate prefestive (Martedi 14 Agosto e tutti i sabati)oltre che nelle giornate festive.

Un servizio indispensabile per la popolazione che costituisce un LEA (livello essenziale di assistenza) che potra’ interagire con le future AFT(aggregazioni funzionali territoriali aperte in orario 8-20)completando quindi la assistenza territoriale h24 e sette giorni su sette in tutta la Regione e con i nuovi Ospedali di Comunita’.E’ necessario investire per il rilancio della ex guardia medica a partire dalle sedi e per la sicurezza del personale,Tuttavia e’ altresi’ necessario dotare il servizio di un supporto informatico tale consentire al medico di poter direttamente dalla sede territoriale collegarsi con la cartella clinica informatica del paziente redatta dal proprio medico di medicina generale in modo da conoscere tutti i dati clinici utili per una attenta anamnesi ed a supporto della diagnosi clinica.

    Ai cittadini raccomandiamo di attenersi ai consigli dei medici ed ad annotare in posti visibili i numeri telefonici della continuita’ assistenziale competente per territorio sul sito della ASL di residenza o domicilio temporaneo/turistico e gli orari di apertura (20,00/8,00 dal lunedi alla domenica ,10,00,20,00 il sabato e martedi 14 agosto,8,00/20,00 la domenica e festivi ) ed evitare assolutamente di contattare il servizio di emergenza territoriale 118 per situazioni che possono essere gestite dalla ex guardia medica riservando le chiamate al 118 solo per le emergenze sanitarie. Infine Esposito lancia un appello al nuovo esecutivo Nazionale affinche’ valorizzi ulteriormente questo servizio pubblico che da decenni e’ sempre a fianco dei cittadini sopratutto la notte e nelle situazioni critiche.






    LEGGI ANCHE

    Avellino, scoperti telefoni e droga nella cella del boss

    La polizia penitenziaria ha effettuato una perquisizione straordinaria nella cella di un boss della camorra all'interno del carcere di Avellino, dove sono stati scoperti...

    Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

    Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

    “Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

    "Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE