google news

Salerno, la pista professionale dietro l’attentato con pacco bomba alll’avvocato

Salerno. C’è la pista professionale in primo piano dietro il tentato omicidio con pacco bomba al giovane avvocato civilista Giampiero Delli Bovi di Montecorvino Rovella. Il 29enne, che ha perso […]

    Salerno. C’è la pista professionale in primo piano dietro il tentato omicidio con pacco bomba al giovane avvocato civilista Giampiero Delli Bovi di Montecorvino Rovella. Il 29enne, che ha perso l’uso della mani nella deflagrazione avvenuta nel cortile della abitazione lunedì mattina, e che ha ancora problemi di udito da ieri pomeriggio ha lasciato il reparto terapia intensiva dell’ospedale Ruggi di salerno per essere trasferito in chirurgia. Gli invesigatori stanno passando al setaccio la sua attività professionale e quella personale mentre la pista politica, (delli Bovi è collaboratore del nei sindaco di Montecorvino) sembra sia stata già scartata. Tutte le pratiche seguite dal 29enne civi­lista sono sotto esame. Dagli esi­ti alle udienze, nulla è tralascia­to al caso. Si guarda con atten­zione anche a quegli incarichi che hanno riguardato questioni patrimoniali, quelli che, statisti­camente, danno origine a forti screzi tra le parti, talvolta legati da vincoli parentali e in un piccolo paese come Rovella dove tutti si conoscono le questioni economiche prendono il sopravvento su tutto. L’avvocato potrebbe aver ‘colpito’ il patrimonio di qualcuno che avrebbe deciso di vendicarsi in maniera eclatante.
    Ma non è esclussa nelle ipotesi investigative la vita privata. Delli Bovi vive in famiglia con i genitori ed ha una relazione sen­timentale di lungo corso. La fi­danzata lavora in Sardegna. Te­lefonino e pc aiuteranno gli inve­stigatori a ricostruire amicizie, frequentazioni e a capire se ci sono collegamenti con l’attenta­to di lunedì. Gli inquirenti, come annunciato dal colonnello Anto­nino Neosi, comandante provin­ciale dei carabinieri, aspettano di poter interrogare il giovane per avere anche la sua versione sull’accaduto. Ma allo stesso tempo le indagini continuano per individuare chi ha recapitato il pacco bomba. Decine di testimoni sono stati ascoltati. Si vuole capire se qualcuno ha visto movimenti sospetti attorno alla casa di Delli Bovi in località Macchia di Montecorvino Rovella. E nel frattempo si stanno studiando le immagini di tutte le telecamere utili nella zona. Si stanno passando al setaccio anche i suoi computer e il telefonino.

    google news

    ULTIME NOTIZIE

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    CRONACHE TV