______________________________

. Sono circa quaranta gli appartamenti svaligiati a Chiaia dallo scorso gennaio ad oggi. Ad agire dei rapinatori seriali che mettono a segno i colpi nell’orario di pranzo portando via anche biancheria, abiti, scarpe, soldi e gioielli. I malviventi, di etnia rom, pare agiscano secondo lo stesso copione. Un uomo di mezza età, ben vestito, accompagnato da un complice bussa al citofono e aspetta di rispondere per capire chi c’è e chi no. Poi entra in azione dirigendosi in quelle case dove ritiene che non ci sia nessuno. Attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza si è potuto seguire tutte le fasi del furto, rendendosi conto che si tratta della stessa che da mesi terrorizza uno dei quartieri della bene. Sono diverse le tecniche messe a segno dalla per entrare nelle case: il colpo secco al cilindro europeo, la chiave bulgara o la classica radiografia che consente di aprire la porta chiusa senza le mandate. Da tutto questo ne è nato anche un WhatsApp dal nome “Derubati e Agguerriti” con l’intento di scambiarsi le notizie. «Lo abbiamo chiamato derubati e agguerriti – spiegano i protagonisti – lo usiamo per raccontarci quello che succede nel quartiere e per seguire l’andamento delle indagini. Al commissariato ci sono decine di denunce, le forze dell’ordine ce la stanno mettendo tutta per sgominare la ma evidentemente bisogna fare di più».



Cronache Tv



Altro Cronaca


Ti potrebbe interessare..