Attualità Italia Primo Piano Ultime News Ultime Notizie

Denunciati bagarini napoletani: biglietti per il concerto di Vasco venduti fino a 500 euro

Una serie di controlli per prevenire il fenomeno del bagarinaggio e dell’abusivismo commerciale. Sono quelli effettuati dagli agenti della divisione della Polizia amministrativa della questura di Roma, diretta da Angela Cannavale, nell’ambito di specifici servizi volti a garantire la sicurezza e legalita’ in occasione dei due concerti di Vasco Rossi, l’11 e il 12 giugno allo stadio Olimpico. Sono stati sequestrati circa 30 biglietti, rivenduti ‘a peso d’oro’ dai bagarini, a seconda dei settori, ad un prezzo variabile tra i 200 euro per l’ingresso al prato e i 500 euro per la tribuna Monte Mario. Cinque persone, tutte provenienti da Napoli, di eta’ compresa tra 30 e i 40 anni, gia’ conosciute alle forze dell’ordine, sono state sorprese mentre stavano vendendo tagliandi per l’accesso al concerto, a carico dei quali, oltre al sequestro, sono state elevate sanzioni per un importo di circa 25 mila euro. Altre attivita’ di controllo hanno permesso di sequestrare circa 700 capi contraffatti – cappelli, fascette, sciarpe e magliette – con immagini del ‘Blasco’ per un valore commerciale di oltre 10 mila euro. Quattro persone, anche loro di origine campana, sono state invece denunciate per aver contravvenuto all’ordinanza prefettizia relativa alla vendita per asporto di bevande in bottiglie o in contenitori di vetro. Ulteriori controlli, effettuati nell’ aerea esterna dell’impianto sportivo al fine di contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale, hanno permesso di elevare, nelle due giornate, sanzioni amministrative per un importo complessivo di circa 220 mila euro e a sequestrare circa 3 mila pezzi, tra gadgets, sciarpe e bevande in bottiglie di vetro.

Redazione