Detenuto tenta il suicidio con la bomboletta del gas: salvato dagli agenti

SULLO STESSO ARGOMENTO

Modalità lettura

“Oggi, nel carcere di Parma, un detenuto di origine magrebina è stato salvato dagli agenti di polizia penitenziaria. L’uomo di 30 anni, in carcere per reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti stava inalando gas dalla bomboletta che i detenuti detengono per cucinare e riscaldare cibi e bevande”. Lo affermano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Errico Maiorisi, vicesegretario regionale spiegando che “gli agenti sono intervenuti prima che l’uomo perdesse i sensi e lo hanno tratto in salvo”. “Appena ripresosi il detenuto – continuano Durante e Maiorisi – ha aggredito i due agenti, spingendoli con forza contro il muro e la porta blindata della stanza. Gli agenti, sottoposti alle cure mediche, hanno avuto una prognosi di sette e dieci giorni ciascuno”. Nel carcere di Parma, sottolinea il Sappe – ci sono oltre 600 detenuti, dei quali 60 al regime del 41 bis, altri ristretti nelle sezioni alta sicurezza e altri paraplegici. “Anche qui il regime della sorveglianza dinamica non funziona e crea problemi di gestione quotidiana. Manca ormai un adeguato regime disciplinare che stimoli il senso di responsabilità tra i detenuti”, concludono Durante e Maiorisi.


Torna alla Home


Si è spento a Roma all'età di 88 anni Italo Ormanni, magistrato di lungo corso e figura di grande spessore culturale. Noto al grande pubblico per la sua partecipazione al programma televisivo "Forum", Ormanni ha dedicato la sua vita alla lotta contro la criminalità e alla valorizzazione del patrimonio...
Nessun '6' né '5+1' all'estrazione del Superenalotto di oggi. Centrato un '5' che vince 129.050,31 euro. Il jackpot per il prossimo concorso sale 92.800.000 euro. Questa la combinazione vincente del concorso di oggi del Superenalotto: 9, 18, 65, 70, 75, 87. Numero Jolly: 53. Numero SuperStar: 81. Queste le quote del...
Secondo quanto emerso da un incontro in Prefettura a Bologna, serviranno circa tre mesi per svuotare l'acqua dalla centrale idroelettrica di Bargi sul lago di Suviana, situata nell'Appennino tosco-emiliano. Il prefetto Attilio Visconti ha dichiarato che, se tutto procede come previsto, lo svuotamento potrebbe avvenire entro la fine di luglio,...
Eseguito dal prof. Giovanni Muto, medico campano, si tratta della prima cistectomia radicale in paziente mono-rene, con asportazione del tumore per via vaginale, mediante il robot Hugo A Maria Pia Hospital di Torino è stato eseguito un intervento di chirurgia robotica senza precedenti. Per la prima volta al mondo è...

IN PRIMO PIANO