Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Calcio

La Cavese si fa spaventare dalla Fulgor poi cala il poker

Pubblicato

in



Vittoria in scioltezza sullo già retrocesso Fulgor, anche se la strada per la è cominciata in salita. Infatti dopo appena un minuto si ritrova sotto su rigore di Tulimieri, ma già al termine del primo tempo ribalta tutto con , Massimo e Manzo, per poi arrotondare nella ripresa con Iannini. Perso ormai il primato, vittoria che serve per consolidare il secondo piazzamento, approfittando anche della caduta dell’Altamura.
Comincia il match al Lamberti e non trascorre neanche un giro di lancette che lo Sporting Fulgor si ritrova in vantaggio: Guadalupi si incunea bene in area ma Blanchard, nel tentativo di bloccare la sfera, prende le gambe del calciatore ed è inevitabile l’assegnazione del penalty, dal dischetto si presenta Tulimieri che non perdona. La risposta della Cavese arriva al 7’ con il colpo di testa di Massimo su cross di De Rosa, bravo Figliolia nel deviare in corner. Al 25’ ci prova Oggiano da dentro l’area ma Figliolia respinge e la difesa allontana in angolo. Al 30’ la Cavese pareggia i conti sempre su calcio di rigore: Sfiligoi colpisce di mano su sponda di Girardi e dagli 11 metri si presenta De Rosa che con la solita freddezza insacca in rete, siglando il suo 100° goal in campionato con la maglia biancoblu. Un giro di lancette dopo Lanza opera subito due cambi mandando nella mischia Patruno e Donvito per Schirizzi e Marzio. Al 42’ pennellata di De Rosa per la testa di Oggiano che non impatta al meglio. Al 44’ però ci pensa Massimo a riportare i suoi in vantaggio con un tiro dal limite diretta all’incrocio dei pali. Proprio allo scadere arriva un’altra rete dalla distanza, questa volta è Manzo a timbrare il cartellino. Si rientra in campo e al 49’ Oggiano sfiora il 4-1 con un rasoterra che lambisce il palo. Rete del poker che potrebbe arrivare al 63’ ancora su rigore, fallo di Basta su Carotenuto, ma Martiniello calcia debole e poco angolato e Figliolia blocca facilmente. Chiude definitivamente i conti la Cavese all’85’ con un’azione personale di Iannini, salta l’uomo entra in area e la infila con un destro giro sotto la traversa.

Cavese-Sporting Fulgor 4-1
CAVESE: Blanchard, Carotenuto, Marino, Manzo, Lame, D’Alterio (61’ Gorzegno), Oggiano (79’ Tripoli), Massimo (90’ Mincione), Girardi (55’ Martiniello), Fella (55’ Iannini), De Rosa. A disp.: Bisogno, Turmalaj, Favasuli, Logoluso. All. Bitetto

SPORTING FULGOR: Figliolia, Marzio (31’ Donvito), Serino, Guadalupi, Sfiligoi, Basta, Rizzi [46’ pt Cifarelli (67’ Amorese)], Tenneriello, Petitti, Schirizzi (31’ Patruno), Tulimieri (78’ Stripolli). A disp.: Sarcina, Amorese, D’Aniello, Fracchiolla. All. Lanza

Arbitro: sig. Marco Emmanuele di Pisa

Assistenti: Giuseppe Licari di Marsala e Emilio Micalizzi di Palermo

Marcatori: 1’ Tulimieri (SF), 30’ su rig. De Rosa (C), 44’ Massimo (C), 47’ Manzo (C), 85’ Iannini (C)
Ammoniti:
Espulsi:

Note: al 63’ rigore parato di Figliolia su Martiniello. Angoli: 12-1. Recupero 2’+1’ pt, 3’ st

 Vincenzo Vitale

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio

Napoli, grande preoccupazione tra i calciatori: domani tamponi a tutti

Pubblicato

in

Napoli, grande preoccupazione tra i calciatori: domani tamponi a tutti.Scatta protocollo verifica dopo positivita’ 14 tesserati Genoa.

 

Grande preoccupazione nel Napoli dopo la notizia della positivita’ al covid19 di 14 tesserati del Genoa che ieri ha affrontato il club azzurro al San Paolo. Nel Napoli c’e’ sconcerto ma anche la consapevolezza di dover immediatamente verificare la condizione di tutta la squadra e dello staff. Domani lo staff medico azzurro fara’ i tamponi, peraltro programmati anche al di la’ del nuovo protocollo piu’ leggero, a tutto il club aspettando con ansia i risultati, sempre domani e’ prevista la ripresa degli allenamenti in vista della sfida alla Juventus di domenica. L’allenamento e’ al momento confermato.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Sono 6 i calciatori del Genoa positivi al coronavirus tra quelli che hanno giocato a Napoli

Il Napoli ha avuto sinora un solo caso di positivita’ al covid19 in squadra, quella di Petagna, trovato positivo al ritorno dalle vacanze in Sardegna e che si e’ aggregato alla squadra solo al termine del ritiro precampionato dopo i due tamponi negativi. Positivo al covid19 anche il presidente Aurelio De Laurentiis che e’ attualmente in isolamento nella sua casa di Roma.

Continua a leggere



Calcio

Sono 6 i calciatori del Genoa positivi al coronavirus tra quelli che hanno giocato a Napoli

Pubblicato

in

Sono sei i giocatori del Genoa scesi in campo ieri a Napoli risultati positivi al coronavirus.

 

Con Mattia Perin e Lasse Schone, che erano rimasti a casa, i calciatori della prima squadra positivi al test sono otto in totale. Totale riserbo e appello alla privacy sui nomi. A loro si aggiungono quattro membri dello staff tecnico e due dello staff medico, per un totale di 14 persone, come come comunicato dal club.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Genoa choc: 14 tesserati tra giocatori e staff positivi al coronavirus

Un cluster di Covid-19 fa breccia nella Serie A. E ne minaccia il regolare svolgimento delle prossime giornate. Sono saliti a quattordici i positivi al coronavirus tra le fila del Genoa. Coinvolti dieci giocatori e quattro membri dello staff. Dopo i casi accertati di Lasse Schone e Mattia Perin, che avevano già saltato la trasferta di Napoli, il contagio si è allargato ad altri dodici tesserati. La società ligure “ha attivato tutte le procedure previste dal protocollo in vigore e informato le Autorità per le procedure correlate – fa sapere il Grifone – Il club fornirà prossimi aggiornamenti dettati dall’evoluzione”. Al momento il Genoa non ha reso noti i nomi delle altri positivi, ma la notizia – arrivata in serata – rischia di avere riflessi anche in casa Napoli, che domenica al San Paolo ha travolto 6-0 la squadra di Maran.

L’esito dei tamponi effettuati questa mattina del gruppo squadra dei liguri, da cui sono emerse nuove dodici positività, costringerà infatti i ragazzi di Rino Gattuso a sottoporsi a dei controlli extra, in programma in queste ore. Un bel problema nel quartier generale di Castelvolturno considerando che all’orizzonte c’è il big match con la Juventus. Mentre il Napoli trattiene il fiato restando in casa Genoa il maxi-contagio che ha colpito il Grifone pone seri dubbi – o per lo meno riflessioni – sullo svolgimento della gara di sabato con il Torino, prossimo impegno in campionato.

Per la prima volta da quando la Serie A è ripartita, la Lega si troverà di fronte a un bivio. E a una situazione inedita. Rinviare la gara, con la consapevolezza di rischiare di creare un precedente a cui potrebbero appellarsi altre società, mossa azzardata in una stagione senza respiro che sfocerà negli Europei, oppure giocare ugualmente (schierando solo i calciatori negativi), con una squadra inevitabilmente decimata dal virus? La risposta arriverà nei prossimi giorni. E di certo è destinata a far discutere un mondo del calcio già abbastanza diviso.

Continua a leggere



Le Notizie più lette