Truffa telematica, giovane napoletano preleva 2500 euro dal conto di una donna di Campobasso

epa05965970 A source code on a computer in Taipei, Taiwan, 13 May 2017 (issued 15 May 2017). According to news reports, Cyber security firm TREND Micro warned that there will be more victims of ransomware 'WannaCry' on Monday when government offices, financial institutions and schools open, and this cyber attack can possible target smartphones. TREND also identified two malwares - Snake and Proton - which can hit Apple's Macintosh users by stealing data, monitor PC operation and log keys strokes. EPA/RITCHIE B. TONGO

Campobasso. Ha risposto ad una mail fasulla e si è ritrovata con il conto corrente svuotato: denunciato un napoletano già noto per episodi analoghi. Il 31enne aveva inviato una mail fasulla ad una donna di Casacalenda in provincia di Campobasso e dopo aver acquisito pin e password ha prelevato dal conto corrente della vittima 2500 euro, attraverso il sistema del ‘phishing’, una truffa telematica. Il giovane è stato identificato e denunciato dai carabinieri. La donna aveva ricevuto sulla sua casella di posta elettronica una e-mail fasulla con mittente Poste Italiane con la quale veniva invitata ad aprire un link e a seguire le istruzioni, digitando anche pin e password, per risolvere alcune anomalie che sarebbero state riscontrate sul suo profilo. La sfortunata, titolare di conto corrente, forniva le notizie richieste, convinta di essere collegata con il sito delle Poste. Il giorno successivo si accorgeva che dal suo conto corrente erano stati prelevati in modo fraudolento oltre 2.500 euro. Immediata a quel punto la denuncia presso la stazione carabinieri di Casacalenda. I militari, attraverso una serie di accertamenti, riuscivano ad identificare l’autore della truffa. Il trentunenne, già noto alle forze di polizia per essersi reso responsabile di analoghi reati, è stato denunciato alla Procura di Larino.