Tre persone, madre, figlia e nipote, sono state trovate morte in un appartamento a Paina di Giussano, poco dopo le 23 di ieri. A quanto si apprende i corpi presenterebbero ferite da arma da taglio, ma gli accertamenti sono ancora in corso. A dare l’allarme – sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri – un vicino che non riusciva a mettersi in contatto con la famiglia. L’appartamento non presentava segni di scassinamento a porte e finestre. Non si esclude l’ipotesi di omicidio-suicidio.
Le vittime sono una donna di 88 anni, la figlia di 52 e il nipote dell’anziana, di 28 anni. I cadaveri sono stati ritrovati riversi a terra in una pozza di sangue e presentavano ferite da arma da taglio all’altezza del collo. L’appartamento dove vivevano tutti e tre, a Paina di Giussano, in provincia di Monza, era chiuso dall’interno. Per entrare i soccorritori hanno dovuto sfondare la porta. A dare l’allarme e’ stato un conoscente preoccupato del fatto che la famiglia non rispondeva al telefono. Sul posto e’ intervenuto il medico legale per i rilievi del caso. Secondo una prima ricostruzione si tratterebbe di un duplice omicidio e suicidio. Per confermare l’accaduto e stabilire chi abbia impugnato il coltello, saranno comunque necessari altri accertamenti.

Tre donne trovate morte in casa: ipotesi omicidio-suicidio
di Redazione Cronache per Cronache della Campania

ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Camorra, fermato estorsore del clan Moccia: rimase ferito nell’attentato alla Go Service

Notizia precedente

Truffava i genitori di una vittima di lupara bianca: gli diceva che era vivo e gli chiedeva soldi: Arrestato

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..