Napoli, due pregiudicati feriti a coltellate in un rissa: sono gravi

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Due giovani sono ricoverati in gravi condizioni in ospedale a causa delle numerose ferite da arma da taglio riportate su varie parti del corpo. Secondo una prima sommaria ricostruzione i due sarebbero rimasti coinvolti in una rissa poco dopo le 16,30 in via Mezzocannone. I due hanno riportato ferite all’altezza di torace e addome,. Si tratta di due fratelli pregiudicati napoletani della zona di 24 e 23 anni e già noti alle forze dell’ordine. Sulla vicenda indaga la polizia. La rissa è avvenuta in pieno giorno e davanti a decine di persone tra cui molti turisti e studenti che a quell’ora si trovavano a transitare. La polizia oltre ad interrogare le persone presenti sul posto ed alcuni commercianti sta cercando di ricostruire l’accaduto visionando le telecamere di video sorveglianza pubbliche e private presenti nella zona. La  rissa che sarebbe scoppiata per motivi personali. I due sono stati accoltellati in piu’ parti del corpo da piu’ persone e sono rimasti a terra in un lago di sangue. I fendenti sono arrivati al torace e allo stomaco. Trasportati agli ospedali San Giovanni Bosco e Loreto Mare sono in gravi condizioni di salute e sottoposti a un delicato intervento chirurgico. La polizia indaga e, secondo quanto si e’ appreso, sarebbe gia’ sulle tracce di almeno uno degli aggressori.






LEGGI ANCHE

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE