Avellino: Taccone scrive al designatore degli arbitri

SULLO STESSO ARGOMENTO

Walter Taccone non le ha mandate a dire all’arbitro Minelli, dopo il rigore su Castaldo non concesso contro il Pescara. Il presidente dell’Avellino, come si legge sulle colonne de Il Mattino, ha dichiarato di aver inviato una lettera al designatore arbitrale della CAN B Emidio Morganti: “Le immagini dell’episodio in questione evidenziano che il rigore era netto, su Castaldo c’era un fallo da sanzionare con la massima punizione. Purtroppo per noi il signor Daniele Minelli non lo ha visto. Non vogliamo trovare alibi ad un periodo che obiettivamente non ci gira bene per tanti motivi, non vogliamo piangerci addosso ma semplicemente sottoporre al signor Morganti un episodio che nella sostanza ci ha penalizzati e non poco”.






LEGGI ANCHE

Ordine dei Geologi: “A Napoli urgente indagine sul sottosuolo”

L'Ordine dei Geologi della Campania ha sollecitato un puntuale monitoraggio del territorio napoletano, iniziando dai quartieri più a rischio come il Vomero, in seguito...

Nola, fatture false: sequestrati circa 8 milion i di euro a società di commercio alcolici

Stamane i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice...

Sold out a Oporto per il festival ‘SEA and YOU’ ideato da Napulitanata, unico spazio-stabile della canzone n...

La canzone napoletana di Napulitanata seduce l’audience di Oporto e diventa regina del festival SEA and YOU in compagnia di fado e flamenco. Un festival...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE