Rifiuti & corruzione in Campania, perquisita la casa e lo studio dell’assessore di Salerno De Luca jr

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. E’ stata perquisita, la scorsa notte, l’abitazione e lo studio di Roberto De Luca, figlio del Presidente della Campania, Vincenzo, e assessore al Comune di Salerno, indagato per corruzione nell’ambito dell’indagine della Procura di Napoli sulla Sma. De Luca jr figura in uno dei video sequestrati presso la redazione del sito online Fanpage.it in cui un finto imprenditore gli avrebbe proposto accordi illeciti per un appalto. Gli agenti della squadra mobile e dello Sco hanno eseguito la perquisizione la scorsa notte, nelle stesse ore sono state eseguite altre perquisizioni.
Sono diciassette le persone indagate dalla Procura di Napoli nell’ambito dell’indagine che riguarda la Sma, la società in house della Regione Campania che si occupa di ambiente e rifiuti. Ieri mattina le prime perquisizioni e gli avvisi di garanzia.
Sulla vicenda che coinvolge l’assessore Roberto De Luca, il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli si è espresso a margine di una conferenza stampa: “Dal canto mio c’è una totale e piena fiducia nella magistratura, ma questa è una vicenda dai contorni inquietanti per le modalità per cui sta nascendo. Ovviamente – spiega il primo cittadino – la magistratura saprà dirimere questi aspetti e mi auguro che si accendino i riflettori su tutto. Noi – l’ho detto più volte – abbiamo interesse che la Procura indaghi a tutto campo e accenda i riflettori. Sul caso in questione ho assoluta fiducia nella magistratura, ma altrettanta fiducia in Roberto De Luca che ho il piacere di conoscere personalmente in quanto assessore della mia giunta. Credo di poter mettere non una ma entrambe le mani sul fuoco per quanto riguarda gli aspetti ancora confusi che stanno agitando le cronache di questi giorni”.






LEGGI ANCHE

Salerno, bancarotta fraudolenta: misura cautelare per imprenditore e commercialista

Salerno. Divieto di esercitare l'attività imprenditoriale e ricoprire cariche direttive: misura cautelare personale per due soggetti. Nel contesto di un'ordinanza applicativa di misura cautelare personale,...

Fuori venerdì 23 febbraio ‘Realness’, il nuovo singolo di Cecchy

Nuovo singolo di Cecchy "Realness" in uscita venerdì 23 febbraio "Cecchy continua a raccontare la complessa realtà del quartiere di Ponticelli con il suo...

Arrestato a Capodichino boss latitante di Taranto: stava fuggendo in Spagna

Giuseppe Palumbo, un boss latitante di 35 anni della città di Taranto, è stato arrestato dalle forze dell'ordine al momento in cui stava per...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE