Due giovani di osteggiati dalla mamma e dal fratello di lei, una giovane di vent’anni. Sono volati calci, pugni, schiaffi perché contro questa relazione che la giovane ragazza ha instaurato con un ventitreenne vicino di casa. E’ accaduto in via Campana a Qualiano, dopo settimane in cui avevano tentato di allontanarli. Il ragazzo, agli per droga, dal canto suo non ha mai smesso di telefonare e cercare la ragazza di cui è innamorato nonostante i parenti di lei gli avessero più volte intimato di interrompere ogni contatto. La vicinanza dei balconi poi ha reso tutto più difficile fin quando l’altra sera la situazione è degenerata. La mamma e il fratello della ragazza, anche lui pregiudicato per reati legati alla droga, decidono di intervenire: bussano alla porta del fidanzato e bastano davvero pochi secondi per dar vita a una rissa. Volano insulti e una volta perso il controllo cominciando a picchiarsi selvaggiamente. La donna e il figlio aggrediscono il giovane, lui tenta di difendersi.
Qualche vicino di casa accortosi della rissa allerta i carabinieri della locale stazione che intervengono subito ma neanche la loro presenza è sufficiente per sedare gli animi. Quando le forze dell’ordine sono riuscite a portare la calma li hanno identificati tutti, compreso la giovane che era rimasta in disparte, con conseguente arresto. Sono finiti tutti e tre in ospedale tra Pozzuoli e Giugliano con escoriazioni e contusioni. Il giovane innamorato è guaribile in sette giorni. Mamma e figlio invece sono stati trasportati al San Giuliano di Giugliano con contusioni multiple guaribili in cinque giorni, lui, mentre per la madre della ragazza sette giorni di prognosi per contusioni e lesioni al viso, al cuoio capelluto e al collo. Ora si trovano agli a Qualiano e dovranno aspettare il per rito direttissimo.

LEGGI ANCHE  Napoli, inchiesta sulla morte della prof dopo il vaccino

 

ADS



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

Castellammare, picchia i genitori che gli negano i soldi della droga: arrestato

Notizia precedente

Avellino, 13enne scomparsa di casa trovata ubriaca su una panchina

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..