Napoli. Falchi arrestano due pregiudicati per rapina

SULLO STESSO ARGOMENTO

Questa notte, gli agenti della Squadra Mobile, sezione “falchi”, della Polizia di Stato, hanno arrestato Migliore Carmine Patrizio e Iandolo Antonio, rispettivamente di anni 37e 27 anni, entrambi con pregiudizi di polizia, per i reati di rapina aggravata, ricettazione e danneggiamento.
Verso le 23.30, gli agenti stavano effettuando servizio di appostamento, finalizzato alla repressione di reati di carattere predatorio, nella zona tra via Galileo Ferraris e via Imparato, quando hanno notato due persone a bordo di motociclo, di colore bianco, avvicinarsi ad una vettura Citroen di colore grigio, con due persone a bordo.
Il passeggero del motociclo, si è avvicinato alla vettura, simulando di avere una pistola all’interno del giubbotto e sotto minaccia si è fatto consegnare soldi e telefonini dai due occupanti.
I falchi, vedendo questa fase, hanno bloccato i due giovani che hanno tentato di fuggire. Al fine di guadagnare la fuga, il conducente ha dapprima cercato, con una manovra spericolata di oltrepassare la gareggiata e non riuscendovi , senza esitazione ha scaraventato lo scooter, contro l’auto-civetta della Polizia, danneggiandola.
Dal controllo effettuato dagli agenti, addosso al Iandolo è stato trovato un martello, lo stesso utilizzato al fine di simulare la pistola e la refurtiva rapinata ai due malcapitati che è stata successivamente consegnata.
Inoltre il motociclo è risultato essere rubato nel febbraio 2017 a Napoli.
Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria i due rapinatori sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Poggioreale.






LEGGI ANCHE

Clementino, Di Leva e Pantaleo incontrano gli studenti al Centro Asterix di San Giovanni a Teduccio

Il Centro Asterix di San Giovanni a Teduccio ospiterà il primo incontro del progetto "Silenzi Sonori" il 26 febbraio dalle ore 11. Questa iniziativa è...

Angri, ladri al ristorante con ragazzi autistici, Gemma: “Atto vile verso i più deboli”

"Un attacco vile ha colpito il ristorante solidale Raù di Angri, in provincia di Salerno. Sono vicina ai fondatori del laboratorio che si occupa...

Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE