“A distanza di ore dalla notte di Capodanno non è ancora finita la conta dei danni derivanti dall’uso illegale e irresponsabile dei fuochi d’artificio e dei ”. Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza, esprimendo “piena solidarietà alla famiglia Carusio, storici rappresentanti di ceramisti napoletani di , che ha subito gravi danni per lo scoppio di alcuni petardi nella notte di Capodanno”.

“In particolare sono stati danneggiati la saracinesca, la vetrina e molti degli oggetti esposti e un’auto che era parcheggiata lì vicino” hanno sottolineato Borrelli e Simioli per i quali “è assurdo che, per colpa di qualche imbecille che si diverte a sparare fuochi pericolosi, una famiglia di lavoratori debba cominciare l’anno contando i danni per un comportamento irresponsabile”. Borrelli ha poi lanciato un appello alle forze dell’ordine invitandole “a verificare le registrazioni delle telecamere di sorveglianza della zona per identificare i responsabili e costringerli a pagare i danni causati, anche per escludere che si possa trattare di un tentativo di intimidazione a cui far seguire una richiesta estorsiva”, mentre, insieme a Simioli ha dato il via a una campagna radiofonica per “chiedere ai napoletani e ai turisti di andare a comprare da Carusio per aiutarlo a ripagare i danni subiti”.



Pubblicità'

Cultura, domani presentazione progetto “Forcella Transit-Destinazione Forcella”

Notizia Precedente

Tornano al cinema gli Arteteca. Dal 25 gennaio nelle sale con Finalmente sposi per la regia di Lello Arena

Prossima Notizia