Gaypride Campania a Pompei, il sindaco insorge: ‘Mai autorizzato’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Gaypride: Pompei sarà la cornice della prossima edizione del Pride campano.  La città mariana ospiterà sabato 30 giugno il corteo inserito all’interno dell’ Onda Pride nazionale.  Lo hanno deciso le associazioni, i movimenti e i collettivi LGBT della regione durante un’assemblea del Coordinamento Campania Rainbow. “Dopo Salerno, Benevento, Caserta, Bagnoli e i vari Pride napoletani, l’orgoglio LGBT – spiega l’associazione Arcigay Napoli – sfilerà per la prima volta in Campania in una città, seppure altamente simbolica e di grande interesse internazionale, non capoluogo di provincia”. La difesa della laicità delle Istituzioni democratiche, il matrimonio egualitario e la difesa delle istanze della comunità LGBT dopo la legge Cirinnà, saranno i temi centrali che animeranno il documento politico programmatico di questo Pompei Pride 2018. E sabato 3 febbraio alle 16.00, a Torre Annunziata, nella sede di Arcigay Vesuvio Rainbow si terrà la prima Assemblea pubblica regionale per definire il percorso verso il Pompei Pride.

Associazioni, movimenti e collettivi Lgbt della regione Campania annunciano che l’assemblea del Coordinamento Campania Rainbow ha deciso di celebrare il Gaypride regionale il 30 giugno a Pompei. Ma il sindaco della citta’ mariana, Pietro Amitrano replica: ”Mai autorizzata la manifestazione. Ho appreso della decisione del gaypride dal web e sono stato messo davanti al fatto compiuto”. Il corteo sara’ inserito all’interno dell’OndaPride nazionale. “Dopo Salerno, Benevento, Caserta, Bagnoli e i vari Pride napoletani, l’orgoglio Lgbt – spiega l’associazione Arcigay NAPOLI – sfilera’ per la prima volta in Campania in una citta’, seppure altamente simbolica e di grande interesse internazionale, non capoluogo di provincia”. La difesa della laicita’ delle Istituzioni democratiche, il matrimonio egualitario e la difesa delle istanze della comunita’ Lgbt dopo la legge Cirinna’, saranno i temi centrali che animeranno il documento politico programmatico di questo Pompei Pride 2018. “Trovo quanto meno scorretto dover apprendere dal web che ‘il 30 giugno si terra’ il Pompei Pride 2018′. Non e’ cosi’ che si procede”, commenta il sindaco.






LEGGI ANCHE

Arrestato a Capodichino boss latitante di Taranto: stava fuggendo in Spagna

Giuseppe Palumbo, un boss latitante di 35 anni della città di Taranto, è stato arrestato dalle forze dell'ordine al momento in cui stava per...

Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

“Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

"Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE