Cava de Tirreni, Nunzia massacrata di botte e accoltellata 40 volte: interrogato il marito

SULLO STESSO ARGOMENTO

Cava de Terreni. Amore assassino, quaranta coltellate alla moglie e continua a dire, anche al magistrato che lo ha interrogato, che l’amava ‘davvero’. Salvatore Siani, l’uomo, che ha ucciso Nunzia Maiorano è stato interrogato ieri, mentre sul corpo martoriato della donna, i medici legali Antonio Mirabella, nominato dalla Procura e Antonio Crisci per la famiglia Maiorano, effettuavano l’autopsia. Un corpo martoriato, quello di Nunzia, quaranta le coltellate inflitte da Salvatore Siani, un omicida furioso. Eppure continua a sostenere e lo ha fatto anche ieri che “Nunzia era l’amore della mia vita”. Il colpo mortale, secondo quanto stabilito dai periti è stato quello all’emitorace destro, che ha causato la perforazione del polmone e il dissanguamento. In casa dei coniugi Siani sono stati sequestrati quattro coltelli, tutti potrebbero essere stati usati per quel brutale assassinio, dai quali verranno rilevate le impronte digitali per capire da chi siano stati impugnati. Oltre ai colpi inferti con armi da taglio sul corpo di Nunzia Maiorano ci sono anche delle lesioni compatibili con dei morsi, e tumefazioni al viso con gli zigomi rotti, il fegato lesionato. Siani si è accanito su di lei con una ferocia inaudita, dunque. Pestando la donna a sangue e poi infierendo sul suo corpo con i coltelli. Anche Siani sarà sottoposto ad un esame medico legale per accertare se sul suo corpo ci sono segni evidenti di una colluttazione con la vittima. Salvatore Siani è detenuto nella sezione detenuti dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno dopo essersi accoltellato egli stesso dopo aver ucciso la moglie. A confermare la tesi del tentato suicidio, alcuni testimoni e il figlioletto di 5 anni che ha assistito all’omicidio della mamma. E’ stato interrogato, in ospedale, dal Gip del Tribunale di Nocera Inferiore, alla presenza del suo avvocato Agostino De Caro e risponde dell’accusa di omicidio volontario aggravato. A sua difesa sostiene che c’era stato un litigio con la moglie al culmine del quale l’ha uccisa, ma che è pentito, non voleva farlo. Secondo gli inquirenti, Salvatore Siani avrebbe aggredito la moglie alle spalle mentre stava preparando il latte per il piccolino.

PUBBLICITA

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE