Battipaglia piange il 17enne morto nell’incidente stradale

Battipaglia. Ha perso il controllo della moto, si è schiantato su un albero ed caduto violentemente sul marciapiede morendo qualche attimo dopo. Si chiama Matteo Rinaldi, diciassettenne anni di Battipaglia, il ragazzo deceduto in seguito ad un incidente motociclistico. Non ha avuto scampo: è morto qualche istante dopo in viale della Libertà, sabato sera poco prima di mezzanotte. Oltre Matteo, che conduceva una Harley Davidson rossa, c’era anche un suo coetaneo sempre battipagliese che è scivolato dal mezzo, riportando qualche contusione e cavandosela con una prognosi di quindici giorni. Gli investigatori hanno effettuato i rilievi per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente e hanno anche ascoltato il ragazzo ferito che viaggiava insieme con Matteo. E’ stata sequestrata la moto e i due caschi. La moto sembra quasi intatta e gli investigatori ipotizzano che tra le cause dell’impatto mortale possa esserci l’alta velocità probabilmente generata da un guasto della moto o da una manovra azzardata del motociclista. L’autopsia chiarirà le cause della morte violenta che ha sconvolto tutti tra Battipaglia ed Eboli. Il papà Andreas Rinaldi, commerciante conosciutissimo a Battipaglia, dove gestisce da anni un chiosco in piazza della Repubblica. Due anni fa ha perso anche la moglie per un male incurabile. Matteo frequentava il Liceo classico Perito di Eboli. Sulla sua bacheca facebook sono decine i messaggi di ricordi da parte di amici ed amiche.

Regina Ada Scarico
Contenuti Sponsorizzati