Meningite: bimbo di due anni muore al Cotugno. Era vaccinato

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sconcerto e dolore per la morte di un bimbo di due anni di Monteforte Irpino  deceduto nella serata di ieri nel reparto di rianimazione dell’ospedale “Cotugno” di Napoli. Pasqualino, figlio di una giovane coppia che vive nel comune a pochi chilometri da Avellino, sarebbe morto a causa di una forma di meningite da pneumococco, una forma delle patologia non infettiva.
Nella serata di martedi’ scorso, il bambino aveva accusato crisi di vomito e febbre alta inducendo i genitori, la madre e’ una infermiera professionale, a portarlo in ospedale ad Avellino I medici del “Moscati”, dopo aver disposto una Tac e terapie antibiotiche, alla luce del peggioramento delle condizioni, disposero il suo trasferimento nell’ospedale napoletano.
Dal Dipartimento di prevenzione della Asl di Avellino si apprende che il bimbo era stato sottoposto a completa copertura vaccinale.
Nella mattinata di domani si svolgeranno i funerali nel comune irpino. Nessuna procedura di profilassi per le persone venute in contatto con il bimbo e’ stata disposta, poiche’ il virus non e’ di una forma contagiosa.






LEGGI ANCHE

Falso carabiniere condannato per promesse di posti al Vaticano

Il tribunale di Napoli Nord ha emesso una sentenza di condanna a 11 anni di reclusione per Carmine Cascio, un uomo di 36 anni...

Sold out a Oporto per il festival ‘SEA and YOU’ ideato da Napulitanata, unico spazio-stabile della canzone n...

La canzone napoletana di Napulitanata seduce l’audience di Oporto e diventa regina del festival SEA and YOU in compagnia di fado e flamenco. Un festival...

Torre del Greco, faceva prostituire la compagna e mamma di suo figlio: arrestato

L'uomo, di 29 anni, a volte costringeva la compagna di soli 21 anni a guardare mentre faceva sesso con altre donne

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE