Tifosi del Napoli delusi dal calciomercato: “Guadagna solo e sempre De Laurentiis”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Si è chiuso senza botti il calciomercato del Napoli. Un epilogo scontato ma non per i tifosi azzurri, delusi dalla campagna acquisti: “Gli unici rinforzi del Napoli sono le tasche di Adl. Quelle sono rinforzatissime”. Sui social le critiche al numero uno del Napoli si sprecano: “Da Denis Suarez a Mezzoni… i grandi colpi (di sole) del mercato del Napoli”, e ancora: “I titoli con ADL sono solo in prospettiva”.E poi: “Bastava poco e invece aspettando Godot il Napoli anche quest’anno è destinato a partecipare specchiandosi negli elogi del bel gioco”. E non manca l’ironia: “Ma tutti sti soldi accantonati servono per pagare qualche film con Carlo Verdone?”. C’ è anche chi ha chiesto di investire nel settore giovanile e chi nello stadio. Ma non mancano le critiche a Sarri e Giuntoli e chi invece guarda al futuro in maniera negativa: “È inutile, il disegno è chiaro: è l’ultimo anno del ciclo Sarri e il mister si deve arrangiare con quel che ha. I risultati verranno e qualsiasi siano ad Adl andranno bene, tanto a lui interessa spremere il calcio Napoli fino all’ultima goccia, non il palmares della squadra.Serviva una riserva all’altezza di Hysaj e un’altra riserva per Ghoulam. Invece credo che arriverà uno Yacht nuovo. E questo mai in riserva”. Le critiche dei tifosi sono tutte centrate sul fatto che non è arrivato il colpo che cercavano e che l’acquisto last minute dell’attaccante Inglese del Chievo sia solo un’operazione economica. Alla fine il Napoli è riuscito a disfarsi di quasi tutti i suoi esuberi di rosa, mettendo in cassa anche un bel po’ di soldini. 32 milioni l’incasso totale, derivante sostanzialmente da tre cessioni: Ivan Strinic, Duvan Zapata e Leonardo Pavoletti. Sono rimasti sul groppone, invece, gli stipendi di Rafael e Zuniga. Entra be sono a scadenza e ora cercheranno una soluzione per l’anno prossimo, mentre si godranno l’ultimo anno di stipendio in azzurro.
Ci sono  quindi 32 milioni di tesoretto ma non spesi in questa sessione. Il Napoli voleva provare a investirli, insieme agli introiti Champions, per provare a bloccare Berardi, ma ha trovato per ora il muro del Sassuolo. Un tentativo è stato fatto per Suarez, ma ha detto di no. Così il tesoretto è rimasto lì, non s’è trovato un profilo adeguato in cui investire per rinforzare davvero la squadra. Magari si proverà a gennaio ad usare i soldi conservati, insieme agli incassi Champions, per rinforzare la rosa a disposizione di Sarri. Comunque, una parte di questi soldi, servirà sicuramente per coprire gli aumenti di ingaggio derivanti dai rinnovi di questa sessione (Mertens, Insigne e Ghoulam a breve).





Doppio appuntamento nel Nord di Napoli per le presentazioni del libro "Napoli Campo Centrale", focalizzato sul terzo scudetto della squadra azzurra. L'autore, il giornalista di 52 anni Luigi Gallucci, direttore del quotidiano online Sportflash24.it, discuterà del volume a Marano sabato dalle 10:30 presso la...

Prossima Partita

Classifica

IN PRIMO PIANO

Ultime Notizie

Calzona: “I ragazzi hanno fatto passi da gigante. Champions? Pensiamo partita per partita”

Francesco Calzona, tecnico del Napoli, ha parlato ai microfoni di DAZN dal Mapei Stadium al termine della partita del recupero della 21esima giornata di Serie A vinta con il punteggio di 6-1 contro il Sassuolo, la prima vittoria della sua avventura partenopea alla terza presenza in panchina. "Osimhen sta gradualmente ritrovando la sua migliore forma fisica dopo circa un mese...