Napoli, frode fiscale: sequestrate auto e moto d’epoca a un noto presidente di cooperativa

SULLO STESSO ARGOMENTO

Auto e moto d’epoca, oltre a terreni e altri beni per un valore di 1,5 milioni di euro sono state sequestrate dai finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Napoli nei confronti di una società cooperativa a responsabilità limitata partenopea impegnata in servizi di manutenzione e gestione per conto delle Ferrovie dello Stato e del suo amministratore unico. Il provvedimento giudiziario, emesso dal gip del tribunale di Napoli, rappresenta la fase finale di una serie di indagini coordinate dalla locale procura su una maxi evasione. Le indagini sono state avviate dopo l’esito di alcuni controlli automatizzati svolti dall’Agenzia delle entrate, che hanno consentito di rilevare “omessi versamenti di ritenute nell’anno d’imposta 2013 per oltre 1,5 milioni di euro”. Gli accertamenti patrimoniali hanno permesso di ricostruire il patrimonio mobiliare ed immobiliare dell’amministratore della cooperativa e di individuare, in particolare, cinque terreni e un’abitazione rurale a Rossano, in Calabria, nonché numerose auto e motocicli d’epoca, tra cui una Jaguar Type 3.0, tre Fiat 500 (una Topolino e due 500 del 1964 e 1975), una Innocenti Lambretta 125 prima serie e una Vespa Piaggio 125 px, oltre a una Ferrari f131 venduta lo scorso mese di giugno. 







LEGGI ANCHE

Napoli, il video di sfida allo Stato costa caro a Giusy Valda: arrestata

Due video: due sfide allo Stato. Pur sapendo di non poterlo fare. Era agli arresti domiciliari e da oggi pomeriggio potrà sfoggiare il suo...

Traffico illecito di rifiuti: arrestati funzionario della Regione Campania e 14 imprenditori

C'è anche un funzionario della Regione Campania tra i 16 arrestati nell'inchiesta congiunta di Dia e Noe sul traffico illecito di rifiuti tra Campania...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE