Il problema all’anca di Sinner potrebbe essere più grave del previsto

SULLO STESSO ARGOMENTO

“La mia anca mi ha dato fastidio questa settimana e sta diventando sempre più dolorosa.” Con queste parole Jannik Sinner spiega la sua decisione di ritirarsi dal torneo di Madrid, dove era atteso nei quarti di finale contro Felix Auger-Alliassime.

Molti vedono questa scelta come un segnale di prudenza in vista di due eventi cruciali: gli Internazionali di Roma e il Roland Garros a Parigi. Tuttavia, le parole di Sinner suggeriscono che il problema all’anca destra è più serio di quanto sembri e potrebbe non risolversi rapidamente.

Sinner esprime la sua delusione per non poter giocare la “prossima partita qui a Madrid” e chiarisce che la decisione di ritirarsi è stata presa su consiglio dei medici: “Abbiamo deciso che è meglio non giocare oltre e non peggiorare la situazione.”

    Ciò significa che Sinner, e soprattutto la sua anca, ha bisogno di riposo. Questo anche perché, dopo Montecarlo, l’altoatesino aveva deciso di concentrarsi sul lavoro fisico in palestra per prepararsi al meglio per Roma e Parigi, anche a costo di saltare Madrid. Il tennista italiano conclude dicendo: “Nei prossimi giorni farò altri test e seguirò i consigli degli specialisti per il recupero.”

    Questa affermazione lascia trasparire qualche preoccupazione: Sinner ha circa dieci giorni per riprendersi prima del suo debutto al Foro Italico. C’è il rischio che il problema all’anca destra possa ripresentarsi anche durante gli Internazionali di Roma. L’altoatesino ha già dimostrato di poter giocare nonostante il dolore, ma per avere successo in Italia o al Roland Garros, deve essere in perfetta forma.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    DALLA HOME

    Napoli, tangenti e traffico illecito di rifiuti all’impianto di Tufino: 12 arresti

    Napoli,12 arresti per traffico illecito di rifiuti e corruzione nell'impianto di smaltimento dei rifiuti di Tufino. I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico (NOE) di Napoli, con il supporto dei Carabinieri delle province interessate, hanno arrestato 12 persone accusate di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti, furto aggravato...

    CRONACA NAPOLI

    LEGGI ANCHE