Malore per il portavoce degli allevatori bufalini durante la protesta

SULLO STESSO ARGOMENTO

Gianni Fabbris, portavoce del coordinamento Unitario degli allevatori bufalini, ha iniziato uno sciopero della fame di dodici giorni di fronte al Ministero della Salute.

Il suo obiettivo è sensibilizzare il Governo riguardo alla necessità di nominare un Commissario che possa affrontare il problema delle malattie brucellosi e TBC che affliggono centinaia di allevamenti nel sud Italia.

Il Coordinamento Unitario in Difesa del Patrimonio Bufalino è nato per contrastare il piano di eradicazione delle malattie promosso dalla Regione Campania, mentre la Rete Interregionale Salviamo l’Allevamento di Territorio si è formata per unire le richieste degli allevatori di quattro regioni colpite dalle stesse problematiche.

    I movimenti chiedono l’intervento del Governo da oltre un anno per nominare un Commissario Nazionale che possa risolvere efficacemente la questione.

    Le malattie brucellosi e TBC rappresentano una minaccia per la sicurezza e l’economia delle quattro regioni coinvolte, e nonostante le persistenti richieste del movimento, la nomina del Commissario Nazionale è ancora in sospeso.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Il MIT stanzia 111, 7 milioni di euro per i nuovi treni super-moderni in Campania

    Napoli. 700 milioni per il potenziamento del parco ferroviario regionale: è quanto previsto dallo schema di decreto di riparto del ministero delle infrastrutture e dei trasporti guidato da Matteo Salvini. Nello specifico, si tratta di risorse destinate all’acquisto di treni ad alimentazione elettrica o ad idrogeno. In particolare, per la Basilicata...

    Avellino, ripreso dalle telecamere mentre scarica rifiuti in un vallone: denunciato

    Avellino. In almeno tre occasioni, un uomo è stato sorpreso a gettare sacchi pieni di rifiuti solidi urbani in un'area sottoposta a vincolo paesaggistico. I Carabinieri della Stazione di Frigento, in provincia di Avellino hanno accertato che il responsabile è un 50enne di Gesualdo, già noto alle forze dell'ordine, ritenuto...

    CRONACA NAPOLI