Avellino, il 23enne Michele Salerno muore dopo 10 giorni dall’esplosione in casa

SULLO STESSO ARGOMENTO

Dopo dieci giorni di agonia, il giovane Michele Salerno, 23 anni, originario di Sturno, è deceduto all’ospedale Cardarelli di Napoli a causa delle gravi ustioni riportate in un’esplosione avvenuta nella sua abitazione il 17 marzo 2024.

La tragica notizia ha sconvolto l’intera comunità irpina, che si stringe attorno alla famiglia di Michele in questo momento di immenso dolore.

“Siamo devastati, questa tragedia ci lascia tutti senza parole”, ha commentato il sindaco Vito Di Leo, profondamente addolorato dalla perdita di un giovane così pieno di vita.



    Michele era stato trasportato d’urgenza al Cardarelli dopo l’esplosione, causata da un difetto di una bombola di gas. Le sue condizioni erano apparse subito gravi, con ustioni su gran parte del corpo.

    Nonostante l’impegno dei medici, il giovane non ha mai ripreso conoscenza e le sue condizioni sono progressivamente peggiorate fino al tragico epilogo.

    Sturno si è unita in preghiera per Michele e la sua famiglia. Il sindaco ha espresso la sua vicinanza e solidarietà, ricordando il giovane come una persona “affettuosa e solare, che mancherà a tutti”.

    La comunità è in lutto per questa perdita prematura e si prepara a dare l’ultimo saluto a Michele.

    Le indagini

    I primi accertamenti hanno indicato un difetto nel tubo del gas come causa dell’esplosione. Sono in corso ulteriori indagini per chiarire l’esatta dinamica dell’incidente.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
    Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
    Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
    Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

    IN PRIMO PIANO