SERIE A

Pasqua amara per il Napoli: l’Atalanta passeggia al Maradona e cala il tris

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sarà una Pasqua amara per il Napoli. Al Maradona, nella gara che ha aperto la 30esima giornata di Serie A, gli azzurri cadono contro un’Atalanta che fa tutto troppo facile. Apre Miranchuk, raddoppia Scamacca e nel finale cala il tris Koopmeiners: finisce 3-0 per i bergamaschi.

PUBBLICITA

Un’assenza di lusso per Calzona, che deve fare a meno di Kvaratskhelia: in attacco c’è Raspadori al fianco di Politano e Osimhen. In difesa Juan Jesus titolare al fianco di Rrahmani, sulle fasce la scelta ricade su Mario Rui e capitan Di Lorenzo. Completano l’undici Lobotka, Anguissa e Traorè a centrocampo.

Due indisponibili per Gasperini: Koopmeiners e De Ketelaere. In porta Carnesecchi, linea di difesa composta da Hien, Scalvini e Kolasinac mentre Ederson e De Roon si schierano sulla mediana, con Zappacosta e Hateboer larghi. In attacco Scamacca supportato Miranchuk e Pasalic sulla trequarti.

Apre Miranchuk, poi Scamacca: uno-due Atalanta, Napoli ko

Napoli subito bucato dopo 3′: palo clamoroso di Miranchuk a tu per tu con Meret, su assist di Pasalic. Azzurri che provano a reagire cercando spesso la profondità: Hien però fa buona guardia su Osimhen, che riesce a liberarsi solo al 18′ con un colpo di testa facile preda di Carnesecchi.

Al 26′ Atalanta in vantaggio. Cross in area di rigore, Hateboer fa la sponda e il pallone arriva a Pasalic che svirgola davanti alla porta, il pallone diventa buono per Miranchuk che è il più lesto ad intervenire e mettere in rete a due passi dalla linea di porta. Reazione azzurra 3′ più tardi: Osimhen calcia in area, para Carnesecchi e sulla ribattuta il tiro di Politano viene salvato da Scalvini.

Poco dopo decisivo Meret: doppio salvataggio su Pasalic prima e Miranchuk poi. La rete del raddoppio però è nell’aria e arriva al 45′. Juan Jesus va a contrasto con Scamacca, si addormenta e perde palla: recupera Miranchuk che tocca per l’attaccante dei bergamaschi che infila all’angolino Meret per il 2-0. Si va a riposo così.

Il Napoli non passa, l’Atalanta la chiude con Koopmeiners

Calzona inserisce subito Zielinski e Ngonge e il Napoli parte forte. Al 55′ occasione clamorosa: Zielinski centra il palo pieno con una botta al volo da posizione defilata, sulla ribattuta Lobotka tira da fuori, trova una deviazione di Osimhen e costringe Carnesecchi al miracolo con l’aiuto di nuovo del palo.

Dentro anche Simeone, il Napoli trova anche qualche lampo di Osimhen: il nigeriano viene due volte fermato da due grandi interventi di Carnesecchi, prima di piede e poi in tuffo in entrambi i casi da conclusioni partite in area di rigore. E’ l’ultimo sussulto prima del nuovo tonfo degli azzurri.

All’88’ infatti i partenopei si fanno infilare in contropiede: Ruggeri serve Koopmeiners che in diagonale la mette all’angolino e infila Meret per la terza volta. E’ la rete che chiude definitivamente il discorso. Il Napoli va ko e resta a quota 45 punti in classifica, al 7mo posto, almeno momentaneamente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




L'ex capitano della Nazionale italiana, Fabio Cannavaro, ha alimentato le speculazioni sul suo futuro nel mondo del calcio durante un'intervista a 'Storie di Serie A' su Radio Serie A con RDS. "Allenare il Napoli? È solo una questione di tempo, so che se inizierò...

Prossima Partita

Classifica

IN PRIMO PIANO

Ultime Notizie

Napoli, la rabbia dei tifosi. De Laurentiis chiamato a rifondare la squadra

Napoli affonda nella delusione dopo la sconfitta casalinga contro l'Empoli. L'amarezza per un anno senza successi dopo lo scudetto è profonda, e l'atteggiamento svogliato di Osimhen e compagni ha fatto guadagnare loro l'indifferenza di una città che solo 12 mesi fa festeggiava il titolo fino a tarda notte. La disillusione colpisce ogni reparto della squadra, che nemmeno il terzo allenatore...