Napoli, la sorella di Valda in un video scherza sulla mafia: è polemica

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sta facendo discutere il video postato sul profilo tik tok “Sconosciuta 0122” in cui Giusy Valda, sorella di Francesco Pio Valda, a processo per l’omicidio del giovane pizzaiolo Francesco Pio Maimone, inneggia alla mafia.

La ragazza, che è agli arresti domiciliari e che figura tra gli imputati del processo iniziato stamane davanti alla Corte di Assise di Napoli figura tra gli imputati per favoreggiamento.

Dell’esistenza del video si è appreso durante l’udienza di stamane – la notizia è stata anticipata dall’edizione on line de Il Mattino – e nel quale si può sentire lei che ripete la famosa frase del film Il sindaco del rione Sanità di Mario Martone in cui Francesco Di Leva rispondendo a Massimiliano Gallo a proposito di testimoni falsi, dice: “Se l’avvocato è il mio confessore, io non mi confesso…”. Poi scatta la vecchia canzone “Cadillac” di MV Killa, Geolier e Tony Effe in cui si parla di mafia e armi.



Sullo stesso profilo social c’è un recente video fatto con foto inviate dal carcere da Francesco Pio Valda con una canzone in sottofondo che recita: “Quando esci, conto le ore” e il giovane detenuto mostra prima un orologio e poi fa un cuore con le due mani.

Intanto al termine dell’udienza di oggi l’avvocato Sergio Pisani, che difende la famiglia della giovane vittima innocente Francesco Pio Maimone ha espresso il suo sostegno alla direzione intrapresa fino ad ora, “la quale mira a punire coloro che commettono determinati delitti senza la possibilità di ricorrere a riti alternativi”.

 L’avvocato Pisani: “Bene l’esclusione di riti alternativi da reati del genere”

Oggi, davanti alla prima sezione della Corte di Appello di Napoli (presieduta da Annunziata), si sono costituiti parte civile il Comune di Napoli, la fondazione Polis e la famiglia della vittima. Il collegio difensivo dei sette imputati (per l’ottavo si sta procedendo in abbreviato) ha sollevato una eccezione preliminare riguardante la mancata risposta da parte dell’autorità giudiziaria relativamente alle richieste di un processo con il rito alternativo.

“Ho apprezzato molto”, ha continuato Pisani, “le parole pronunciate dal pubblico ministero in udienza (oggi per la Procura era presente la coordinatrice della DDA Rosa Volpe) che ha volto sottolineare l’assoluta estraneità della vittima dai fatti contestati agli imputati e dall’ambiente in cui sono maturati”.

Secondo la Squadra Mobile e la Procura di Napoli, la notte del 20 marzo 2023, a sparare più volte fu Francesco Pio Valda, 20 anni, per futili motivi, in seguito a una lite tra gruppi di giovani ritenuti vicini alla camorra, scatenata solo per un pestone su un paio di scarpe griffate. Tra gli imputati ci sono stretti familiari di Valda, tra cui la sorella, la cugina e la nonna, e amici.

Lo scorso dicembre a Pio Valda è stato contestato anche un altro reato – “accesso indebito a dispositivi idonei alla comunicazione” – per aver pubblicato su Tik-Tok un video mentre era in cella con altri due detenuti.

@riproduzione riservata


Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui


La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

IN PRIMO PIANO