Napoli, chiede di scendere fuori fermata e prende a pugni autista del tram

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un episodio di inaudita violenza ha sconvolto la mattinata di un autista Anm a Napoli. L’uomo, di circa 50 anni, è stato aggredito a pugni da un passeggero che pretendeva di scendere fuori fermata.

Il fatto è avvenuto intorno alle 9 presso lo stazionamento dei tram a Sant’Erasmo. Il giovane, che viaggiava sulla linea 421, ha preteso di scendere in un punto non previsto dal percorso. Al rifiuto del conducente, il passeggero ha iniziato a insultarlo e, una volta giunti al capolinea, ha dato sfogo alla sua rabbia con un vile pestaggio.

L’autista, colpito alle spalle, è stato trasportato in ospedale in codice giallo. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine che stanno indagando sull’accaduto per identificare l’aggressore, che si è dileguato dopo l’azione violenta.



    La denuncia del sindacato Usb

    “Condanniamo fermamente il vile gesto ed esprimiamo piena solidarietà e vicinanza al collega aggredito”, ha commentato Adolfo Vallini dell’esecutivo provinciale Usb lavoro privato di Napoli.

    Il sindacato denuncia la carenza di misure di sicurezza per i conducenti e gli utenti del trasporto pubblico locale, chiedendo l’attivazione di una unità di crisi aziendale per affrontare e risolvere questi episodi che, purtroppo, si verificano con preoccupante frequenza.

    Un problema di sicurezza

    L’aggressione all’autista Anm è solo l’ultimo di una serie di episodi violenti che avvengono sui mezzi pubblici di Napoli. La carenza di controlli, il senso di impunità e la frustrazione dilagante creano un clima di tensione che sfocia in gesti di inaudita brutalità.

    E’ necessario intervenire con urgenza per tutelare l’incolumità di chi lavora e viaggia sui mezzi pubblici, garantendo maggiore sicurezza e rispetto delle regole.

    @riproduzione riservata



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    LEGGI ANCHE

    Gianni Forte dopo le rapine riapre il punto gioco e chiede un “decreto Barra” come Caivano

    L'imprenditore Gianni Forte ha riaperto il suo punto gioco in via Luigi Volpicella, quartiere Barra, dopo averlo chiuso a causa di una escalation di rapine. Forte aveva promesso di riaprire solo se lo Stato avesse dato una risposta immediata e concreta alla sua protesta. ''Avevo promesso la riapertura in caso di una riposta immediata dello Stato. E la riposta c'è stata. La presenza, oggi, delle istituzioni, testimonia la volontà di essere concretamente al fianco degli imprenditori....

    Napoli, il 19 marzo ‘Pino Daniele Day’

    **Celebrato il 'Pino Daniele Day' a Napoli il 19 Marzo** Il 19 marzo a Napoli si terrà il 'Pino Daniele Day' per commemorare l'indimenticabile artista nel giorno del suo compleanno, onomastico e della Festa del Papà. L'evento, organizzato da Warner Music Italy, avrà luogo presso il Sum - Stati Uniti Del Mondo, sede dell'installazione museale permanente 'Pino Daniele Alive'. Durante il pomeriggio, a partire dalle 16:45, Luca De Gennaro e Mixo di Radio Capital guideranno...

    Varcaturo, ferito col calcio della pistola

    I Carabinieri della stazione di Varcaturo e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Giugliano sono intervenuti in via Masseria Vecchia (località Varcaturo) per un uomo di 35 anni ferito alla tempia. Secondo le prime ricostruzioni, la vittima sarebbe stata colpita da sconosciuti con il calcio di una pistola.Gli aggressori avrebbero poi esploso un colpo a scopo intimidatorio, che non ha provocato feriti. I Carabinieri stanno indagando per ricostruire la dinamica e la matrice dell'aggressione. Al momento non...

    Sparatoria in strada a Scafati, obiettivo il pregiudicato Marcello Adini

    Il 43enne Marcello Adini è uscito dal carcere solo tre giorni fa dopo che era stato assolto per l'omicidio di Armando Faucitano

    Sparatoria a Fuorigrotta: pistoleri in azione in via delle Scuole Pie

    Nella zona di Fuorigrotta a Napoli, si è verificata una sparatoria su via delle Scuole Pie. I carabinieri del comando di Bagnoli sono intervenuti, intorno...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE