Paura a Sanremo: evacuata Villa Nobel per un allarme bomba

SULLO STESSO ARGOMENTO

Momenti di tensione a Sanremo durante la festa di inaugurazione di Villa Nobel, quartier generale delle radio Mediaset per il Festival.

L’edificio è stato evacuato per un allarme bomba, scattato dopo una telefonata anonima al commissariato della città.Alla festa erano presenti numerosi artisti, tra cui Francesco Facchinetti, che ha raccontato l’accaduto su Instagram.

“Stiamo uscendo perché è accaduto un allarme bomba, ci hanno detto di uscire, è arrivata la polizia per controllare. Vediamo cosa succede”, ha detto Facchinetti.



    “Eravamo al primo, circa 350 persone alla festa. Sono tutti preoccupati, vedendo i cani che cominciavano a girare. Sembra che ci sia qualcosa di esplosivo, non so bene cosa. Aspettiamo”.

    In seguito, Facchinetti ha rassicurato i suoi follower: “Non è successo niente, non è esplosa nessuna bomba”.

    La villa è stata evacuata e gli ospiti hanno dovuto lasciare immediatamente i locali.Le forze dell’ordine hanno effettuato un sopralluogo e bonificato l’area.Al momento non si conoscono i motivi della telefonata anonima.

    L’allarme bomba ha creato un clima di tensione a Sanremo, a poche ore dall’inizio del Festival.La città è blindata dalle forze dell’ordine per garantire la sicurezza dell’evento.

    ”Io lavoro dentro la Villa, faccio il cuoco. Intorno alle 22 ci hanno chiesto di evacuare la sala, anche se con molta tranquillità. Siamo usciti e adesso stanno effettuando la bonifica, sapremo più tardi”. 

    Lo ha raccontato il cuoco di Villa Nobel. ”Eravamo circa a metà cena -spiega lo chef- è successo tutto intorno alle 22. In quel momento stavamo al primo, stavamo servendo le orecchiette con le cime di rapa”.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Riciclaggio internazionale, ai clienti anche “servizio contanti”

    Scoperto grazie a documento sul pc del promotore della centrale

    Giugliano, tocca un cavo scoperto: giovane rom di 21 anni muore folgorato

    Un giovane di 21 anni residente nel campo rom di Scampia è morto folgorato, dopo essere stato trasportato senza vita al pronto soccorso dell'ospedale San Giuliano di Giugliano dai suoi amici. Nonostante i tentativi di rianimazione da parte del personale medico, purtroppo non c'è stato nulla da fare. Gli agenti del commissariato di polizia di Giugliano sono intervenuti presso il nosocomio di via Basile e un'indagine sarà aperta per fare luce sulla vicenda. Al momento non...

    Traffico illegale di rifiuti tra Campania e Tunisia: scattano gli arresti

    Un'operazione coordinata dalla Procura di Potenza ha portato alla scoperta di un traffico illegale di rifiuti speciali tra Campania e Tunisia. Circa 80 militari del gruppo Carabinieri per la tutela ambientale e la sicurezza energetica di Napoli, insieme al personale della Dia-Direzione investigativa antimafia, stanno attuando misure cautelari personali e patrimoniali nelle province di Napoli, Salerno, Potenza e Catanzaro. .

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE