Caso Ferragni, Udicon: “Finalmente stretta su influencer, stop a pubblicità mascherate”

SULLO STESSO ARGOMENTO

”Era ora che venissero introdotte regole chiare per gli influencer, finalizzate a garantire trasparenza e chiarezza nei confronti dei consumatori.

Con l’approvazione delle nuove linee guida di Agcom, ora gli influencer dovranno dichiarare in modo chiaro e riconoscibile la natura pubblicitaria dei loro contenuti”. Lo afferma Martina Donini, presidente nazionale di Udicon (Unione per la Difesa dei Consumatori).

”È finito il tempo dei misteri che si nascondevano dietro alle recensioni entusiastiche e confezionate ad arte di prodotti commerciali – continua Donini -, ora i consumatori potranno finalmente distinguere tra una opinione genuina e un endorsement pubblicitario. Le misure sulla comunicazione commerciale, la tutela dei diritti fondamentali e il tavolo tecnico per l’adozione di un codice di condotta sono passi importanti verso una maggiore trasparenza e responsabilità verso gli utenti di un settore in costante evoluzione”.

    “Siamo particolarmente orgogliosi di questo risultato visto il nostro impegno per il raggiungimento di questo obiettivo. Il testo delle nuove regole è il frutto di una collaborazione solida e mirata tra le Associazioni dei Consumatori. Udicon è stata sempre in prima linea nella fase istruttoria per rappresentare e tutelare gli interessi degli utenti. Continueremo a vigilare per garantire che queste nuove norme siano rispettate e contribuiscano effettivamente a proteggere i consumatori”, conclude.

    Leggi anche



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE