Avellino, armato e ubriaco in auto: va contromano in autostrada: arrestato

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un 55enne di Mercogliano, in provincia di Avellino, è stato arrestato all’alba di oggi nei pressi del casello dell’A16 di Avellino Ovest.

L’uomo, presumibilmente ubriaco e in stato confusionale, ha imboccato contromano l’autostrada per sfuggire a un controllo dei carabinieri. Durante la fuga, ha tentato di liberarsi di una pistola calibro 7,65 con la matricola abrasa e con il colpo in canna.

L’uomo ha rifiutato di sottoporsi al test alcolemico e si è scoperto che era sprovvisto di patente di guida, precedentemente revocata, e che l’auto non era coperta da assicurazione. Su ordine della Procura, è stato trasferito nel carcere di Avellino.

    Attualmente sono in corso indagini per determinare la provenienza dell’arma e se sia stata utilizzata in attività criminali.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    ‘Madame Camorra’ di Giovanni Terzi: presentazione del libro a Salerno

    Il 24 febbraio, alle ore 17:30, presso il Salone Genovesi della Camera di Commercio di Salerno in via Roma, 29, si terrà la presentazione...

    Nola, fatture false: sequestrati circa 8 milion i di euro a società di commercio alcolici

    Stamane i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice...

    Voragine al Vomero, i ragazzi coinvolti: “Illesi per miracolo, poteva andare molto peggio”

    "Siamo veramente fortunati, la situazione avrebbe potuto essere molto, ma davvero molto peggiore. Siamo salvi per miracolo ed è tutto grazie anche alla prontezza...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE