Acca Larenzia, denunciati altri 14: ci sono persone di Napoli, Avellino e Caserta

SULLO STESSO ARGOMENTO

La Polizia di Stato ha recentemente identificato e denunciato ulteriori quattordici individui responsabili del saluto romano durante la manifestazione commemorativa tenutasi il 7 gennaio scorso presso la ex sede dell’M.S.I. in via Acca Larenzia. La DIGOS della Questura di Roma ha segnalato questi soggetti all’Autorità Giudiziaria, dopo approfondite indagini condotte attraverso l’analisi delle immagini raccolte dalla Polizia Scientifica sul luogo dell’evento.

L’identificazione di questi individui è stata possibile grazie anche al contributo investigativo delle DIGOS di altre Questure italiane. Tra i soggetti coinvolti, oltre ai militanti romani, sono stati individuati individui provenienti da Avellino, Caserta, Napoli e Forlì-Cesena, riconosciuti come attivisti del movimento Casapound che avevano partecipato alla manifestazione nella Capitale.

Le indagini proseguono con l’obiettivo di risalire all’identità di ulteriori soggetti responsabili del gesto. Attualmente, sono 19 le persone indagate dalla Polizia di Stato per il comportamento tenuto durante l’evento. La Questura di Roma ha fornito questa informazione in merito alle denunce aggiuntive.




LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Caivano, casa trasformata in piazza di spaccio: arrestate due donne

Valentina Cirico e Filomena Ambrosio, rispettivamente di 33 e 35 anni, avevano trasformato la casa in una vera e propria piazza di spaccio in cui ricevevano i clienti. I carabinieri stavano monitorando il continuo via vai di persone da quell'abitazione di Caivano e quando hanno capito che potevano trovare la droga sono intervenuti. Durante la perquisizione, infatti i Carabinieri hanno sequestrato 90 dosi di cocaina, 108 grammi della stessa sostanza da suddividere, 6 bustine di marijuana...

Qualiano, 15enne in giro con tirapugni, coltello e proiettile

Un 15enne di Qualiano è stato denunciato per il possesso di armi dopo essere stato fermato dai carabinieri in sella a uno scooter senza assicurazione. Durante un controllo alla circolazione, i militari hanno scoperto un tirapugni, un coltello a scatto di 21 centimetri e 49 cartucce a salve nascoste nel sottosella del veicolo. Il giovane, che era in compagnia di un amico,  è stato trovato particolarmente nervoso al momento dell'arresto. Il materiale è stato sequestrato insieme allo...

Traffico illegale di rifiuti tra Campania e Tunisia: scattano gli arresti

Un'operazione coordinata dalla Procura di Potenza ha portato alla scoperta di un traffico illegale di rifiuti speciali tra Campania e Tunisia. Circa 80 militari del gruppo Carabinieri per la tutela ambientale e la sicurezza energetica di Napoli, insieme al personale della Dia-Direzione investigativa antimafia, stanno attuando misure cautelari personali e patrimoniali nelle province di Napoli, Salerno, Potenza e Catanzaro. .

Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE