Le piazze di spaccio e i ruoli nel clan Pagnozzi. Tutti i nomi

SULLO STESSO ARGOMENTO

La piazza di spaccio principale del clan Pagnozzi era la località Tufara Valle al confine tra le province di Benevento ed Avellino.

Ma il fiorente traffico di droga messo in piedi dai fratelli Paolo Pagnozzi ed Erminio Pagnozzi, il primo in qualità di finanziatore e il secondo come capo promotore è stato smantellato ieri dai carabinieri che su disposizione della Dda di Napoli che ha portato in carcere 21 persone ( 12 in carcere a 9 ai domiciliari) mentre altre due hanno ricevuto l’obbligo di dimora.

le altre piazze di spaccio erano nei comuni di Ceppaloni, San Martino valle Caudina e Roccabascerana. A casa del boss Erminio Pagnozzi ad Aprilia, in provincia di Latina era stata invece messo in piedi un sito di stoccaggio della droga dove si confezionava e si smistava per le varie piazze.

    A fare da intermediario tra i due fratelli vi era Alessandro Cavuoto con un ruolo di vertice così come Giulia Sopranzi e Nika Gjergj che provvedevano al confezionamento della droga nella casa di Aprilia di Erminio Pagnozzi.

    Andrea Salsiccia e Vincenzo Lomasto aveva invece il compito di individuare i canali di approvvigionamento della droga in terra laziale. A gestire invece le piazze di spaccio di Roccabascerana e San Martino Valle Caudina vi erano Giuseppe Magliocca ed Eugenio De Paola.

     I ruoli all’interno del gruppo dei Pagnozzi

    Mentre Mario De Paola e Aniello De Paola erano i pusher insieme con Giuseppe Magliocca, e Francesco Magliocca mentre Palmerino Venoso fungeva da corriere. Mentre Laura Radut aveva il compito di custodire la droga confezionata e poi destinata allo spaccio.

    Custodia cautelare in carcere

    Alessandro Cavuoto, 76 anni, di Tufara, Aniello De Paola, 46 anni, Eugenio De Paola, 33 anni, Mario De Paola, 33 anni, di San Martino Valle Caudina, Vincenzo Lomasto, 30 anni, di Pomezia, Giuseppe Magliocca, 53 anni, di Roccabascerana, Giergy Nika, 31 anni, di Pomezia, Erminio Pagnozzi, 60 anni, residente a Ceppaloni ma domiciliato ad Aprilia, Paolo Pagnozzi, 62 anni, di San Martino Valle Caudina, Nino Piacentile, 54 anni, di San Martino Valle Caudina, Andrea Salsiccia, 50 anni, di Pomezia, Giulia Sopranzi, 39 anni, di Anzio.

    Arresti domiciliari 

    Carmine Capozza, 53 anni, di San Giorgio del Sannio, Raffaele Corda, 51 anni, domiciliato a Pomezia, Aniello De Paola, 33 anni, di San Martino Valle Caudina, Francesco Magliocca, 25 anni, di Roccabascerana, Giuseppe Magliocca, 36 anni, di Roccabascerana, Emanuele Marigliano, 39 anni, di Napoli, Laura Radut, 37 anni, di Roccabascerana, Paolo Russo, 54 anni, di Ardea, Palmerino Venoso, 48 anni, di Roccabascerana.

    Obbligo di dimora

    Eugenio Padovano, 31 anni, di Pannarano, e Gennarina Russo, 26 anni, di Pannarano.

    @riproduzione riservata




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    LEGGI ANCHE

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE