“A tuo padre rompiamo le co…”, minacce via social al figlio dell’imprenditore che ha fatto arres...

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Digli a tuo padre che gli vado a rompere le corna, dove sta sta, a sto pezzo di infame, a questa carogna”.

E’ stato questo uno dei tanti messaggi di minacce ricevuti via WhatsApp,dal figlio, dell’imprenditore del quartiere Soccavo di Napoli che ha fatto arrestare, con la sua denuncia i sei usurai vittima di sei usurai.

I militari dell’arma, al termine di indagini coordinate dalla Procura di Napolicrona, hanno notificato l’arresto in carcere a Carlo Capezzuto e Giuseppe Barretta, 72 e 39 anni, i domiciliari a Nicola Siano e Giovanni Minopoli, 47 e 45 anni, e l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria a Gennaro Di Napoli e Francesco Di Donato, 54 e 51 anni (che avrebbero svolto il ruolo di intermediari).



    Il gip ha anche disposto il sequestro del denaro presente sui conti correnti di Siano, Minopoli e Capezzuto. La vittima, che versava in gravi difficoltà economiche a causa della pandemia, è stata costretta a restituire, fin quando ha potuto, anche attraverso ricariche su PostePay, un totale di circa 100.000 euro per prestiti tra i 6.000 e i 71.000 euro.

     Gli usuari camorristi vantavano anche rapporto “con gli amici siciliani”

    E le minacce che gli venivano rivolte erano indirizzate anche al sua famiglia, evocando “gli amici siciliani” (una amicizia maturata, sosteneva uno degli indagati, mentre era detenuto) e anche sostenendo l’appartenenza a un clan di Secondigliano.

    “Solidarietà e vicinanza al tesserato PD del circolo di Soccavo, vittima del racket e che grazie alla sua denuncia ha fatto arrestare sei aguzzini. La denuncia rappresenta l’unico modo per riappropriarsi della propria libertà.

    Denunciare e collaborare con le forze dell’ordine è fondamentale per indagare e contrastare efficacemente queste attività illegali. Ora non lasciamo solo l’imprenditore. Continuiamo a far sentire la nostra voce e vicinanza. Il Partito Democratico ribadisce con forza che è necessario mettersi dalla parte giusta della barricata: non può vincere la subcultura dell’illegalità”.

    La solidarietà alla vittima da parte dei Pd di Soccavo

    E’ quanto dichiarano in una nota il segretario metropolitano del PD, Giuseppe Annunziata, il capogruppo in consiglio comunale, Gennaro Acampora, e la segretaria del circolo PD di Soccavo, Concetta De Fleury.

    Questo caso è un esempio di come l’usura possa colpire anche le persone più fragili. La denuncia è l’unica arma per contrastare questo fenomeno e per tutelare le vittime.

    Durante le operazioni i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato una pistola Beretta completa di caricatore con all’interno un colpo calibro 6,35 e 9 colpi calibro 38 – tutto illegalmente detenuto – nell’abitazione dell’indagato Nicola Siano e per questo motivo l’uomo, già destinatario di misura in regime arresti domiciliari, è stato arrestato e trasferito in carcere.

    @riproduzione riservata




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Ischia, il corpo di Antonella Di Massa era lì da giorni

    Il corpo di Antonella Di Massa, la 51enne di Casamicciola Terme scomparsa il 17 febbraio scorso, e ritrovato oggi sarà sottoposto ad autopsia. Le indagini, coordinate dalla Procura di Napoli e delegate ai Carabinieri, dovranno chiarire le cause del decesso. Il corpo è stato ritrovato questa mattina dagli inviati della trasmissione Rai "Chi l'ha visto?", a poche centinaia di metri dal parcheggio di Succhivo di Serrara Fontana, dove era stata rinvenuta l'auto della donna. Le ricerche, scattate...

    Corte dei Conti Campania: 326 controlli sugli enti locali nel 2023, criticità su Pnrr e sanità

    Nel 2023, la sezione controllo della Corte dei Conti per la Campania ha effettuato 326 controlli sugli enti locali, più del doppio rispetto al 2022, nonostante un organico ridotto. Il dato è stato reso noto dal presidente della sezione, Massimo Gagliardi, durante la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario 2024. I controlli hanno riguardato principalmente la gestione di salute, ambiente, risorse idriche e cultura, con l'obiettivo di sviluppare il controllo democratico sui risultati e favorire l'autocorrezione da...

    Soppressione di tre passaggi a livello nel comune di Terzigno: accordo con Eav

    Eav, l'azienda del trasporto pubblico della Regione Campania, e il sindaco di Terzigno (Napoli), Francesco Ranieri, hanno recentemente firmato un protocollo d'intesa mirato alla soppressione di tre passaggi a livello lungo la linea ferroviaria Napoli-Ottaviano-Sarno. Questi attraversamenti, situati tutti nel comune di Terzigno, sono identificati come Pl Miranda I (km 26+676), Pl via Giugliano (km 26+748) e Pl via Ranieri (km 27+007). In seguito a tali chiusure, Eav ha assunto l'impegno di realizzare una serie...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE