Filippo Turetta abbraccia i genitori in carcere e piange

SULLO STESSO ARGOMENTO

Filippo Turetta  ha incontrato i genitori che sono recati oggi per la prima volta nel carcere di Verona.

Filippo ha abbracciato i genitori e, secondo quanto apprende LaPresse da fonti accreditate, i tre si sono trattenuti a colloquio un’ora. Filippo -riferiscono le stesse fonti- appare “tranquillo e ha parlato con i genitori senza versare alcuna lacrima”.

I genitori sono apparsi “provati” ma “hanno mantenuto un normale contegno” nella stanza del carcere di Montorio che ha ospitato il colloquio.

    Interrogatorio Turetta ‘esaustivo’,non programmati altri

    L’interrogatorio di nove ore, davanti al pm di Venezia, di Filippo Turetta, in carcere per l’omicidio di Giulia Cecchettin, viene definito esaustivo e non ne sono stati programmati altri, anche se non è escluso che gli inquirenti possano avere, poi, la necessità di risentirlo.

    Intanto, da quanto si è saputo, la Fiat Grande Punto nera del 21enne, che fu arrestato vicino Lipsia, è ancora in Germania e dovrebbe essere riportata in Italia dopo il 10 dicembre.

    Dentro l’auto è stato trovato un telefono. Gli investigatori non possono sapere se sia del giovane o dell’ex fidanzata ma devono attendere che arrivi in Italia assieme all’auto.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Blitz a Pomigliano d’Arco: armi e droga, indagata famiglia peruviana

    A Pomigliano d'Arco, i carabinieri della stazione locale hanno condotto un blitz presso un'abitazione situata in via Mauro Leone. L'operazione ha coinvolto un'intera famiglia...

    Napoli, “Se non mi date i soldi vi uccido”, 5 studenti minacciati con un coltello da un presunto camorrista

    Nella recente rapina avvenuta a Napoli, 5 studenti ventenni sono stati minacciati da un individuo mentre si preparavano a riprendere l'auto parcheggiata in via...

    Napoli, arrestato il complice del rapinatore che ferì l’ingegnere

    Napoli. E' stato arrestato anche il secondo rapinatore che la sera del 29 marzo 2023 partecipò al tentato omicidio di un ingegnere che stava...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE