De Laurentiis “ultima chiamata” a Conte ma Fabio Cannavaro ha dato la sua disponibilità

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ un ultimo tentativo, una vera e propria “ultima chiamata” dall’altoparlante dell’aeroporto del Maradona quella che il patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis sta facendo in queste ore ad Antonio Conte.

PUBBLICITA

Dopo la delusione di oggi e la sconfitta interna contro l’Empoli, è la terza prima della sosta delle nazionali (era già capitato con Lazio e Fiorentina) Garcia sembra avere i minuti, più che le ore contate e De Laurentiis, che ha imposto il silenzio stampa, ha tenuto un summit tecnico negli spogliatoi dello Stadio per poi allontanarsi.

Tutti scuri in volto e sguardi bassi i calciatori. Anche se il patron azzurro non ha mai digerito il rifiuto del tecnico ex Tottenham il mese scorso, voci bene informate parlando appunto di una ultima chiamata all’allenatore salentino.

Certo è anche vero che c’è la pausa delle nazionali ma al massimo entro domani andrà comunicato l’esonero a Garcia e poi decidere in tempi brevi il nuovo allenatore. Qualora, come è probabile che avvenga, che ci sia l’ennesimo rifiuto da parte di Conte i nomi in lizza sembrano solo tre.

Ovvero il traghettatore Mazzarri e poi Igor Tudor quindi Fabio Cannavaro. A proposito dell’ex pallone d’oro e campione del mondo c’è anche chi vede la sua presenza oggi allo stadio come una sorta di depistaggio da parte del patron del napoli.

Per la verità Paolo e Fabio Cannavano oggi erano allo stadio non da invitati del Napoli ma appena De Laurentiis si è accorto della loro presenza li ha chiamati al suo fianco per farli sedere in tribuna autorità.

La cosa non è sfuggita e quindi sui social il tam tam è stato velocissimo. Non a caso al fischio finale e ai fischi del pubblico il portale calciomercato.it si è affrettato a scrivere: “Fabio Cannavaro, oggi in tribuna accanto al presidente, sarebbe disponibilissimo, a venire a Napoli per coronare il sogno di un ritorno in azzurro. Anche dal punto di vista della durata del contratto ci sarebbe grande flessibilità”.

Di certo questa volta non bisognerà attendere molto , ne sfogliare margherite, o elenchi improponibili di 40 nomi. De Laurentiis deve fare in fretta e bene. Per se, per i tifosi, per la città.  Poi come sempre che chi aspetta il coup de théâtre da parte di De Laurentiis. Ma questa volta è difficile che accada

Bisognerà difendere un titolo di campioni di ‘Italia conquistato non più tardi di 5 mesi fa e soprattutto farlo con dignità non offrendo uno spettacolo indecoroso come quello visto oggi al Diego Armando Maradona. Una squadra senza gioco e senza idee. I tifosi a giusta ragione, anche se hanno applaudito i calciatori, hanno anche urlato: “Meritiamo di più!”. E come dargli torto.

 

 


6 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE