Napoli, 17enne accoltellato da baby gang nella Galleria Umberto

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Le serate violente di alcuni giovani napoletani sembrano essere diventati ormai una routine.

Senza liti, senza aggressione e senza accoltellamenti non è sabato sera. Perché appunto di esce di casa armati sapendo che può servire e che deve essere usato al minimo intoppo.

E’ accaduto, purtroppo, anche nella tarda serata di ieri nella centralissima e frequentatissima da giovani, famiglie con bambini e turisti, Galleria Umberto.



    Intorno alle 23,30 di ieri i Carabinieri della stazione Napoli Chiaia intervengono – allertati dal 112 – nell’ospedale Pellegrini per un 17enne ferito. Da una prima sommaria ricostruzione ancora da verificare pare che i fatti siano avvenuti poco prima all’interno della Galleria Umberto I.

    Il giovane, napoletano incensurato, mentre era in compagnia di suoi amici sarebbe stato avvicinato da un altro gruppo di coetanei. Una parola tira l’altra e da lì sarebbe nata la zuffa. A quel punto da una mano sconosciuta sarebbero partiti diversi fendenti che colpiscono il 17enne.

    Il giovane fugge via e troverà rifugio a Piazza Trieste e Trento grazie a un’autoambulanza che trasferisce la vittima nel pronto soccorso del Pellegrini.

    17enne ferito con 3 coltellate: è ricoverato al Vecchio Pellegrini

    Al 17enne – ricoverato in prognosi riservata non in pericolo di vita – una diagnosi che parla di “ferita da punta e taglio all’emitorace dx, f.p.t. alla regione dorsale sx, presenza di f.p.t. in regione anteriore coscia dx anteriore”.

    Indagini in corso da parte dei Carabinieri impegnati nel ricostruire l’evento. I militari stanno prendendo visione delle telecamere epubbliche e private presenti nella galleria e anche nei dintorni sia per accertare l’esatta dinamica dell’aggressione sia per individuare i responsabili.

    @riproduzione riservata




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE