Tesoro San Gennaro, ecco le riproduzioni in 3D per i non vedenti

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Il Tesoro di San Gennaro fa parte della tradizione di Napoli e negli ultimi anni abbiamo fatto un percorso di inclusività, oggi lo rivestiamo di un nuovo abito che lo renda ammirabile davvero anche per chi non ha la vista”.

Così Girolamo Carignani, membro della deputazione del Tesoro di San Gennaro a Napoli, spiega l’iniziativa di riprodurre in 3D i pezzi più celebri della collezione del museo intitolato al patrono, tra le mete preferite in città dai turisti di tutto il mondo.

In tre dimensioni è stata realizzata tra l’altro la mitra di San Gennaro, ossia il copricapo vescovile costellato di pietre preziose donate lungo i secoli da regnanti e nobili che volevano ingraziarsi la protezione del santo. I non vedenti così possono toccare questa ed altre opere d’arte, per apprezzarle in pieno.

    “Un percorso importante – spiega Pietro Piscitelli, presidente Unione Ciechi Campania – che dà a noi la possibilità di seguire dei percorsi adatti nel museo e nella cappella ed evidenzia l’attenzione di chi cura questi luoghi alla nostra libertà e indipendenza. Questi passi avanti ci danno la possibilità di sentire una inclusione vera e reale nella società”.

    Aggiunge Carignani: “Un percorso che ci porta a rendere fruibile e accessibile il museo a tutti, in particolare ai non vedenti che ora attraverso queste opere riprodotte con una qualità elevatissima possono goderne la bellezza”.

    Oltre alla mitra ingioiellata, sono riprodotte per non vedenti anche la grande scultura ‘Paliotto de Vinaccia’ che si trova sotto l’altare della cappella di San Gennaro, e ‘San Gennaro esce illeso dalla fornace’, il quadro di Jusepe de Ribera.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Mille persone coinvolte nel progetto SCINN: corsi sportivi gratuiti, laboratori e formazione

    Sport gratuiti, rigenerazione sociale e riqualificazione di diversi spazi....
    DALLA HOME

    Mille persone coinvolte nel progetto SCINN: corsi sportivi gratuiti, laboratori e formazione

    Sport gratuiti, rigenerazione sociale e riqualificazione di diversi spazi. A Napoli chiude SCINN, Sport Comunità Integrazione Nuove Narrazioni, progetto promosso da una rete di associazioni, scuole e altre realtà con capofila la onlus NEA Napoli Europa Africa e sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD. In tre anni sono stati...

    Napoli: trattamenti medici con dispositivi non a norma, la scoperta in un centro estetico

    Scoperta shock a Napoli: un centro estetico praticava trattamenti medici non a norma, mettendo a rischio la salute dei clienti. A documentare la situazione e renderla nota al grande pubblico è stato Luca Abete di 'Striscia la Notizia', portando alla luce un caso inquietante. L'inchiesta di Abete ha rivelato che...

    CRONACA NAPOLI

    TI POTREBBE INTERESSARE