Quindici, false residenze per eleggere il sindaco: scattano i rinvii a giudizio

SULLO STESSO ARGOMENTO

Quindici persone, tra cui figura l’attuale sindaco di Quindici, nella provincia di Avellino, Eduardo Rubinaccio, saranno giudicate per falso in atto pubblico.

Questa la decisione del Giudice per l’Udienza Preliminare del Tribunale di Avellino, Francesca Spella, al termine delle indagini, notificate agli indagati nel mese di gennaio, sul presunto falso residenziale nel comune di Quindici. Questa falsa residenza avrebbe avuto un impatto significativo sulla vittoria di Rubinaccio nelle elezioni amministrative del 2020.

L’inchiesta si è focalizzata su sei individui, la maggior parte dei quali provenienti dalla provincia di Napoli, che, dopo aver dichiarato una nuova residenza nel comune di Quindici, si erano temporaneamente trasferiti presso un’abitazione messa a disposizione dal sindaco. Successivamente, questi stessi individui si sono nuovamente trasferiti nei loro comuni d’origine alcuni mesi dopo le elezioni. L’inchiesta ha avuto origine da una denuncia presentata poco dopo le elezioni, in cui Rubinaccio aveva ottenuto la vittoria con un margine di 94 voti rispetto al suo avversario.



    Il processo inizierà il sei marzo dell’anno successivo davanti al giudice del Tribunale di Avellino, Fabrizio Ciccone. Questo procedimento giuridico determinerà l’esito delle accuse di falso in atto pubblico rivolte alle persone coinvolte, tra cui l’attuale sindaco di Quindici.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Qualiano, scoperto cantiere edile non a norma: denunciato imprenditore

    A Qualiano, i carabinieri stanno effettuando controlli sulla sicurezza sul lavoro e hanno denunciato l'amministratore unico di un'azienda edile per mancanza di parapetti in un cantiere. Durante un intervento nel cantiere di via Campana, dove si stavano svolgendo lavori di ristrutturazione, i militari hanno rilevato l'assenza di parapetti, comminando sanzioni per oltre 12mila euro e sospendendo l'attività imprenditoriale. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni per assicurare e verificare la sicurezza sul lavoro.

    Benevento, scarcerato il noto pregiudicato Sergio Altivalle

    Sergio Altivalle, pregiudicato noto alle forze dell'ordine della provincia di Benevento, è stato scarcerato dopo l'udienza di convalida davanti al Giudice per l'udienza preliminare Dottoressa Maria Di Carlo. La decisione è stata presa in seguito alla difesa svolta dagli avvocati Vittorio Fucci e Daniela Martino. Altivalle era stato arrestato due giorni fa dalla Guardia di Finanza del Comando di Benevento per il possesso di sostanze stupefacenti. Nonostante la richiesta di misura cautelare avanzata dalla Procura di...

    Commercio illegale di GPL, sequestrate oltre 80 bombole di prodotto a Salerno

    In seguito a un'attività investigativa mirata contro le frodi alle accise, la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno ha recentemente individuato e sequestrato oltre 80 bombole di GPL, detenute illegalmente per la commercializzazione, in un Comune del Cilento. Durante un servizio di monitoraggio sulle attività di distribuzione e vendita di GPL in recipienti, i finanzieri della Compagnia di Vallo della Lucania hanno notato all'esterno di un edificio rurale oltre 50 bombole di combustibile....

    Napoli, il video di sfida allo Stato costa caro a Giusy Valda: arrestata

    Due video: due sfide allo Stato. Pur sapendo di non poterlo fare. Era agli arresti domiciliari e da oggi pomeriggio potrà sfoggiare il suo...

    Sparatoria in strada a Scafati, obiettivo il pregiudicato Marcello Adini

    Il 43enne Marcello Adini è uscito dal carcere solo tre giorni fa dopo che era stato assolto per l'omicidio di Armando Faucitano

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE