Circumvesuviana, 5 milioni viaggiatori in un anno sulla Napoli-Sorrento

SULLO STESSO ARGOMENTO

Quindicimila passeggeri al giorno sulla linea Napoli-Sorrento, per un totale di 5 milioni di viaggiatori complessivi in un anno, due dei quali sarebbero diretti a Pompei e Sorrento.

Sono i numeri resi noti da Eav, che traccia così il bilancio dei soggetti trasportati dalla Circumvesuviana lungo la linea interessata dallo scorso luglio dal servizio sperimentale che prevede il superamento di tutte le fermate intermedie tra Napoli-Garibaldi e Torre Annunziata.

Un bilancio che non tiene ovviamente conto dei disagi che quotidianamente i passeggeri di Eav si trovano ad affrontare. Anche oggi le linee della Circum sono state interessate da ritardi e soppressioni, con problemi acuiti anche dalle avverse condizioni meteorologiche, che hanno causato problemi difficoltà presso alcune stazioni delle linee vesuviane gestite dall’Ente Autonomo Volturno.

    Problemi anche lungo la Napoli-Sorrento: in particolare il treno delle 11:50 da Sorrento per Napoli è stato soppresso a causa di atti vandalici che, come comunicato dall’azienda di trasporti, hanno messo fuori uso il convoglio.

    Ne è scaturito che gli utenti hanno dovuto attendere la partenza del treno successivo, quello delle 12:26, che in composizione ridotta a due soli elementi, si è riempito all’inverosimile ancor prima della chiusura delle porte, tra la desolazione e la negativa sorpresa di turisti e pendolari. Restando ai dati del bilancio fornito da Eav, la società evidenzia anche l’importante “affermazione del treno Campania Express che conduce da Napoli a Pompei e Sorrento con servizio turistico”.

    Stando a ciò che sostiene l’Ente Autonomo Volturno, il 2023 “riprende e supera i risultati degli anni antecedenti a quelli della pandemia. Sino a questo momento, sono di circa 190.000 i turisti che hanno scelto di raggiungere le mete archeologiche e della penisola sorrentina con il treno speciale. Facile prevedere che arriveremo ben oltre la soglia dei 200.000 passeggeri entro la fine dell’anno”.

    Gli incassi registrati sinora “superano – spiegano ancora da Eav – di oltre il 200% quelli del 2019, arrivando a superare i 3.000.000 di euro. Il prezzo è aumentato quest’anno a 15 euro, ma all’aumento del prezzo è corrisposto anche l’incremento della domanda”. Tra i fattori del positivo riscontro per Eav, “oltre al rinnovato accordo con Trenitalia, significativo il contributo del nuovo partner commerciale

    Distribusion, uno dei maggiori broker europei, che con la sua piattaforma mette in rete e collega i diversi vettori con i più importati tour operator e rivenditori internazionali, proponendo così l’offerta del Campania Express oltre i confini nazionali”.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Oroscopo di oggi 22 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 22 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e determinato a portare a termine...

    Napoli, chiede scusa in aula e vuole risarcire il motociclista che investì e uccise Elvira Zibra sul Lungomare

    Processo al motociclista napoletano Gianluca Sivo accusato di omicidio colposo per la morte di Elvira Zibra, investita mentre era in sella alla sua moto...

    Amianto in Fincantieri di Castellammare: risarcimento di 140mila euro a operaio di Scafati

    Risarcimento da 190mila euro per un ex operaio Fincantieri di Castellammare di Stabia Un ex operaio della Fincantieri di Castellammare di Stabia ha ottenuto...

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE