A Caivano una delegazione di musei internazionali

SULLO STESSO ARGOMENTO

Nell’ambito di Edi Global Forum

PUBBLICITA

Avviare una progettazione partecipata, con un programma di iniziative pensate e create con la comunità locale attraverso un processo di ascolto, riflessione e azione che coinvolgerà artisti, musei, università, associazioni, cittadini e operatori locali: il primo atto della seconda edizione di EDI Global Forum è in programma oggi, martedì 24 ottobre a Caivano, alle 15.30, nella chiesa di San Paolo Apostolo.

Qui don Maurizio Patriciello accoglierà un’ampia delegazione di Musei e istituti culturali di tutto il mondo, parte del network di EDI Global Forum, progetto finanziato dalla Regione Campania. All’incontro partecipa una rete di musei internazionali, portatori di esperienze con le comunità e i territori: dal Natural History Museum di Londra all’Haus der Kunst di Monaco, dal Louisiana Museum di Copenhagen alla Peggy Guggenheim di Venezia e al Foam Photography Museum di Amsterdam insieme a ricercatori universitari della Bocconi e dell’Università di Tor Vergata.

“L’arte è uno strumento potente di coinvolgimento sociale, che può aiutare a rifondare una connessione anche affettiva tra le comunità e i territori: è un linguaggio che le periferie possono praticare per ripensarsi come spazio di valore, restituendo all’immaginario collettivo la dimensione della possibilità e della visionarietà”, spiega Maurizio Morra Greco, presidente della Fondazione Morra Greco.

CLICCA QUI PER VEDERE ALTRI VIDEO
googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE