Il Napoli cala un altro poker: Lecce travolto a domicilio

PUBBLICITA

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il Napoli dà continuità ai buoni segnali emersi mercoledì dal Maradona e dopo il poker rifilato all’Udinese sbanca anche il Via del Mare: contro il Lecce finisce 4-0 per gli azzurri, che infilano la seconda vittoria consecutiva in campionato mettendosi a -1 da Milan e Inter, in vetta alla classifica e oggi in campo per i propri impegni.

PUBBLICITA

La grande novità nell’undici scelto da Garcia è l’esclusione di Osimhen: il nigeriano parte dalla panchina e fa spazio a Simeone. Al fianco del ‘Cholito’ a sorpresa Lindstrom, rispetto a mercoledì Kvaratskhelia è l’unica conferma nel tridente a sinistra. Non cambia invece il centrocampo: Lobotka-Anguissa-Zielinski. Di Lorenzo a destra, Meret in porta. Olivera riprende posto a sinistra mentre Ostigard e Natan compongono per la terza volta di fila la coppia centrale.

Nel Lecce out solo lo squalificato Kaba. Formazione tipo quindi per D’Aversa: 4-3-3 con Falcone in porta, Baschirotto e Pongracic centrali con Gendery e Gallo sulle fasce. Sulla mediana Blin, Ramadani e Rafia mentre Krstovic guida l’attacco con Almqvist a destra e Strefezza a sinistra.

La sblocca Ostigard di testa, Napoli avanti a Lecce al 16′

Partita che inizia subito a ritmi alti: il Lecce gioca a viso aperto in avanti, il Napoli fa buona guardia e in possesso di palla prova a scardinare la compatta difesa giallorossa. Al 12′ prima chance per Lindstrom: il danese, da dentro l’area, approfitta di un errore in disimpegno di Baschirotto ma svirgola di sinistro, sparando a lato.

Azzurri che comunque non devono attendere più di tanto per passare in vantaggio: la rete arriva su palla inattiva. Punizione dalla fascia di destra, Zielinski pesca Ostigard che lasciato indisturbato in area dalla difesa leccese incorna da due passi e fredda Falcone: palla in rete e Napoli in vantaggio al 16′.

Reazione del Lecce qualche minuto più tardi: ci prova Krstovic da fuori area con un piazzato quasi da fermo, Meret si allunga e devia in corner. Al 31′ altra ottima chance per i padroni di casa: Pongracic riceve in area su sviluppi di corner, stoppa e calcia alto di poco a Meret immobile.

Ottimo finale di primo tempo per gli uomini di Garcia: al 40′ dopo una serie di scambi sulla trequarti Simeone va ad un passo dal 2-0 con un destro secco da fuori, palla che si spegne di un soffio a lato. Tre minuti più tardi Zielinski calcia di prima su sponda di Anguissa, palla deviata da un difensore e che finisce fuori di pochissimo. Si va a riposo sullo 0-1.

Osimhen entra e segna, Gaetano e Politano su rigore fanno poker

Garcia opta subito per un cambio all’intervallo: dentro Osimhen per Simeone, che era ammonito. Bastano 6′ al nigeriano per segnare ancora: grande giocata di Kvaratskhelia sulla sinistra, il georgiano salta secco Ramadani e con un cross morbido di sinistro pesca la testa del numero 9. Baschirotto non riesce a chiudere, Falcone non ci arriva: palo-rete e raddoppio Napoli al 51′.

Al 59′ altro giro di cambi: va a riposare Kvara, con lui anche Lindstrom. Entrano Politano e Raspadori. Due minuti prima il Lecce aveva illuso i suoi tifosi, trovando il gol dell’1-2 con Strefezza, annullato però prontamente dall’arbitro Pairetto per un fallo di mano di Krstovic sullo sviluppo dell’azione: si resta sullo così sullo 0-2.

A calare il tris ci pensa Gaetano, appena entrato al posto di Zielinski. Osimhen recupera sulla trequarti approfittando di un passaggio sbagliato, Raspadori riceve e innesca il centrocampista nativo di Cimitile che aggancia, sposta il pallone e con un bel destro a incrociare lascia sul posto Falcone per il 3-0.

Ma non finisce qui: un Lecce ancora poco attento nelle retrovie concede un calcio di rigore agli azzurri. Errore di Ramadani in disimpegno, Gaetano recupera e viene steso in area: penalty. Dal dischetto Politano spiazza Falcone e fa 4-0. Un gran pomeriggio per gli azzurri di Garcia, che in attesa delle milanesi si piazzano ora a -1 dalla vetta della classifica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




Prossima Partita

Classifica

IN PRIMO PIANO

Silenzio Mazzarri dopo Napoli-Inter, parla Meluso: “Errori arbitrali mortificanti”

Nessuna dichiarazione post-partita per Walter Mazzarri dopo il ko del suo Napoli contro l'Inter al Maradona. La decisione è stata resa nota dal club azzurro e riportata dagli inviati DAZN: il tecnico vuole infatti evitare di parlare degli errori arbitrali che hanno condizionato la gara. Nel mirino dell'allenatore, oggi al ritorno in panchina davanti al pubblico di casa, con tutta...

L’Inter ammazza le speranze scudetto del Napoli: tris al Maradona

Nulla da fare per il Napoli, che sognava il colpo grosso contro l'Inter per rientrare nella corsa scudetto. Invece al Maradona è grande festa nerazzurra: gli uomini di Inzaghi calano il tris grazie a Calhanoglu, Barella e Thuram. I partenopei vanno ko 3-0 e scivolano dunque a -11 dalla vetta. Mazzarri conferma Meret in porta e si affida a Natan...

De Laurentiis annuncia: “Osimhen rinnovo vicino”. E lo Stadio: “Voglio comprarlo”

Torna  a parlare il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, due giorni diopo l'uscita sullo stadio Maradona ai davanti alle telecamere di Prime Video prima di Champions al Bernabeu di Madrid. E questa volta lo fa senza usare termini  non consoni per il ruolo che riveste e soprattutto facendo sapere ai tifosi quello che vogliono sapere da mesi rispetto al...