Spagna, Rubiales ci ripensa: “Non mi dimetto il bacio era consenziente”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il presidente della Federcalcio spagnola, Luis Rubiales, ha giustificato venerdì il bacio dato alla giocatrice Jennifer Hermoso dopo la finale dei Mondiali femminili.

Il numero uno del calcio spagnolo ha assicurato che è stato “libero, reciproco e consenziente” e ha annunciato di rifiutare lasciare l’incarico. “Non ho intenzione di dimettermi”, ha sentenziato.

Lo ha detto in un discorso aperto davanti all’Assemblea della Federcalcio spagnola, dove si è detto disposto a difendersi da tutte le accuse che ha ricevuto negli ultimi tempi e dove ha anche annunciato che intende “fare causa” contro leader di United We Can e Add come Yolanda Díaz, Ione Belarra, Irene Montero, Pablo Echenique.

    Rubiales sostiene che è tutta una “caccia alle streghe” contro di lui perché tutto ciò che è stato detto sulla sua gestione negli ultimi anni e su quanto accaduto nella finale dei Mondiali in Australia “non risponde né alla verità né alla giustizia”.

    Ha anche dichiarato che il bacio che ha dato alla giocatrice Jennifer Hermoso durante la celebrazione della Coppa del Mondo domenica scorsa è stato “un bacio libero, reciproco e consenziente”. “È stata lei a sollevarmi, ad avvicinare il suo corpo a me, ci siamo abbracciati.

    Le ho detto: lascia perdere il rigore, sei stata fantastica, senza di te non avremmo vinto il Mondiale”. Lei mi ha detto: “sei uno che spacca” e le ho risposto “lo so, lo so, un pochetto”. Poi lei ha detto ‘va bene'”, ha spiegato Rubiales per giustificare il suo comportamento.

    Rubiales ha sottolineato che “la cosa più importante” è che lei “ha detto sì” al bacio e ha ammesso solo le critiche al gesto che ha avuto nel palco delle autorità, quando ha messo le mani sulle proprie parti intime.

    Spagna: il governo avvia procedure legali contro Rubiales

    Il governo, poche ore dopo la scelta di Rubiales di non dimettersi, ha già avviato tutte le procedure per portare il capo della Federcalcio spagnola davanti alla giustizia amministrativa e farlo sospendere dall’incarico. Víctor Francos, il braccio destro del ministro dello Sport e Cultura, il socialista Miquel Iceta, nonché presidente del Consiglio Superiore dello Sport, annuncerà in una conferenza stampa le prossime mosse.

    La sua organizzazione invierà già oggi le denunce contro Rubiales al Tribunale Amministrativo dello Sport affinché inizino a essere esaminate. Un processo che dovrebbe portare alla sospensione del presidente della federazione.

    A quel punto, già lunedì, il Consiglio potrà sospendere Rubiales, che verrebbe automaticamente sollevato e le sue funzioni passerebbero a uno dei suoi vicepresidenti.

    Caso Rubiales, si dimette presidente Comitato femminile Spagna

    Il presidente della Federazione di calcio della Navarra, Rafael del Amo, si è dimesso dall’incarico che ricopriva di presidente del Comitato nazionale di calcio femminile spagnolo.

    “Mi sono appena dimesso dal Comitato femminile, che era di mia competenza. Ho salutato tutti”, ha detto ai cronisti all’uscita dell’Assemblea generale straordinaria della Federcalcio spagnola a Las Rozas, Madrid.

    Del Amo è stato l’unico dei presidenti delle federazioni regionali a chiedere al presidente Luis Rubiales di dimettersi nella riunione che si è tenuta prima dell’Assemblea. “Ho dovuto dirgli in faccia che doveva dimettersi”, “sono stato l’unico”, ha aggiunto.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Dalla Spagna: “Barcellona pronto a licenziare Xavi dopo commenti su crisi finanziaria”

    L'onestà di Xavi Hernandez riguardo alla difficile situazione finanziaria del Barcellona non è stata accolta bene dal club. Secondo i media spagnoli, il tecnico blaugrana potrebbe addirittura essere esonerato. In un messaggio rivolto ai tifosi all'inizio di questa settimana, Xavi ha invitato a non aspettarsi grandi acquisti nel mercato...

    Quattro turisti italiani arrestati in Spagna per stupro di gruppo

    Quattro turisti italiani sono stati arrestati sull'isola di Maiorca, in Spagna, in seguito a un presunto stupro di gruppo ai danni di una ragazza di origine brasiliana. Il giudice ha ordinato la loro custodia cautelare in carcere. La vicenda è stata rinominata dai media spagnoli come la 'manada italiana',...

    CRONACA NAPOLI