Caserta, aggredisce i genitori con calci e pugni, lo denunciano e lo fanno arrestare

SULLO STESSO ARGOMENTO

Esasperati dal comportamento del figlio ventiquattrenne, dopo l’ennesima aggressione nei loro confronti, gli anziani genitori hanno deciso di chiedere aiuto ai Carabinieri.

É accaduto ieri pomeriggio a Caserta, dove il ventiquattrenne al solo scopo di ottenere del denaro e le chiavi della macchina dei genitori avrebbe aggredito con spintoni e minacce la madre e successivamente colpito con pugni e calci il padre.

I militari dell’Arma, giunti sul posto, dopo aver constatato che alcuni cassetti dei mobili dell’abitazione erano stati divelti, si sono imbattuti nel giovane che, con atteggiamento violento ed intollerante ha continuato ad inveire verbalmente contro gli anziani. In quel momento è stato bloccato e accompagnato in caserma.

    Il ragazzo, che dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, a disposizione della competente autorità giudiziaria.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Arrestato a Capodichino boss latitante di Taranto: stava fuggendo in Spagna

    Giuseppe Palumbo, un boss latitante di 35 anni della città di Taranto, è stato arrestato dalle forze dell'ordine al momento in cui stava per...

    Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

    È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE