L'EPISODIO

Ischia: tenta truffa telefonica ad anziana, lei chiama i carabinieri. Denunciato 21enne

SULLO STESSO ARGOMENTO

Una tentata truffa a un’anziana è stata sventata dai Carabinieri a Ischia. La donna, 81 anni, ha ricevuto una telefonata in cui un giovane, spacciandosi per il nipote, ha chiesto 5mila euro e gioielli per sanare un piccolo contenzioso nato dopo l’acquisto di merce sul web. A ritirare la somma sarebbe stato un agente in borghese direttamente a domicilio.

L’anziana, non convinta del tutto dal racconto, una volta riagganciato ha composto il numero del figlio chiedendo rassicurazioni per il nipote e, quando il figlio è caduto dalle nuvole, ha compreso di essere stata presa di mira da un impostore. Ha quindi subito chiamato il 112 e i Carabinieri dell’aliquota operativa di Ischia hanno raggiunto i dintorni della sua abitazione, nel comune di Serrara Fontana.

Dopo qualche minuto è arrivato il finto poliziotto, a bordo di un taxi. Si tratta di un 21enne, che è stato circondato dai militari prima di citofonare all’anziana. Il 21enne è stato denunciato per tentata truffa con proposta di foglio di via obbligatorio dai comuni dell’isola d’Ischia.

Leggi anche



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Voragine al Vomero: gli edifici evacuati sono due

 Forze dell'ordine presidiano la zona per evitare l'arrivo di sciacalli nelle case

Blitz a Pomigliano d’Arco: armi e droga, indagata famiglia peruviana

A Pomigliano d'Arco, i carabinieri della stazione locale hanno condotto un blitz presso un'abitazione situata in via Mauro Leone. L'operazione ha coinvolto un'intera famiglia...

Pietramelara, urta scooter e causa lesioni al conducente: 57enne denunciato

Durante la serata del 19 febbraio, un 57enne di Pietramelara (Caserta) è stato denunciato dai carabinieri per lesioni personali stradali in seguito all'urto laterale...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE