IL PROVVEDIMENTO

Scontri fra ultras di Varese e Napoli, emessi 49 Daspo

SULLO STESSO ARGOMENTO

Quarantanove Daspo da due a otto anni sono stati emessi dalla Questura di Varese nei confronti di 24 ultras del Varese calcio e di 25 del Napoli. I provvedimenti sono stati decisi dalle forze dell’ordine dopo gli episodi di aggressione avvenuti a Varese il 4 e il 14 maggio scorsi.

PUBBLICITA

Poche ore dopo i festeggiamenti per lo scudetto del Napoli, vinto il 4 maggio, prima della fine del campionato, si sono verificate le prime aggressioni. Un gruppo di ultras, dopo aver pubblicizzato lo slogan ‘Varese tifa Varese, festeggiamenti di altre squadre non sono graditi in città, specialmente quelli del Napoli’, ha accerchiato un veicolo di tifosi avversari, danneggiandolo in più parti, e ha aggredito i due uomini a bordo sotto gli occhi di due bambini seduti in macchina con la madre.

Un altro gruppo di ultras ha aggredito due donne che viaggiavano su un’auto sventolando la bandiera del Napoli, con un ragazzino a bordo. Il successivo 14 maggio un corteo di circa 50 auto e minivan con targhe alterate ha imboccato l’A8 in direzione Varese, con a bordo gli ultras del Napoli Calcio, prima di andare a Monza dove era in programma l’incontro Monza-Napoli. La ‘spedizione punitiva’ è stata però bloccata dalla Polizia all’uscita dell’autostrada, nonostante il tentativo di alcuni tifosi, con il volto coperto da passamontagna e sciarpe, di aggredire gli agenti, contro i quali hanno lanciato fumogeni e bombe carta.



Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Giovanni Di Lorenzo, capitano del Napoli, non ci sta e reagisce duramente alle insinuazioni del Corriere del Mezzogiorno che ha messo in dubbio la gastroenterite che lo ha tenuto fuori dalla trasferta di Firenze. Attraverso il suo profilo ufficiale su Instagram, Di Lorenzo ha...

Prossima Partita

Classifica

IN PRIMO PIANO

Ultime Notizie

M5S, il progetto dell’avv. Mancino per la rivoluzione dello stadio Maradona

L'Avvocato Lelio Mancino, candidato alle prossime elezioni europee per il Movimento 5 Stelle, promuove una rivoluzione per restituire dignità alla città di Napoli e portare nuova gloria all'Avvocatura Napoletana. La sua proposta mira a mettere fine all' usurpazione del tempio del calcio, lo Stadio Diego Armando Maradona, da parte dei mercanti, affinché ritorni a essere un simbolo di orgoglio...