Portava in Italia migranti su voli linea da Malta con documenti falsi: arresto trafficante

SULLO STESSO ARGOMENTO

Arrestato in provincia di Roma un cittadino della Guinea con l’accusa di traffico di esseri umani e di far parte di una banda di tre connazionali che permettevano a centinaia di migranti di giungere clandestinamente dall’Africa in Italia.

Centinaia di clandestini giunti in Italia dall’Africa con documenti contraffatti a bordo di voli di linea partiti da Malta: è l’accusa che ha portato all’arresto in provincia dl Roma di un trafficante di essere umani originario della Guinea.

Secondo quanto ricostruito dalla Guardia di finanza di Treviso e dalla Polizia di Anzio-Nettuno, si tratta del componente di una banda di tre connazionali che avevano ideato un sofisticato meccanismo per riuscire a far arrivare illegalmente i migranti irregolari sul suolo italiano.



    L’operazione ‘Malta’s Passeur’, tariffa tra 450 e 700 euro Gli stranieri, tutti provenienti dall’Africa, venivano condotti a Malta, dove potevano disporre di un alloggio temporaneo. Successivamente, sfruttando documenti di identità contraffatti o intestati a persone compiacenti, venivano imbarcati sui voli con destinazione Treviso, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Bari, Torino, Orio al Serio, Napoli, Perugia, oltre che a bordo di traghetti diretti a Catania.

    La tariffa fissata per ciascun ingresso irregolare variava tra i 450 e i 700 euro. L’operazione, chiamata ‘Malta’s Passeur’, è partita nel dicembre 2019 quando, proprio all’aeroporto ‘Antonio Canova’ di Treviso, sono stati fermati due clandestini che avevano entrambi lo stesso passaporto contraffatto e la cui identità apparteneva in realtà a una terza persona.

    L’arrestato già ricercato e trasferito nel carcere di Treviso Il trafficante di essere umani, insieme ai due connazionali, era già stato destinatario, nell’ottobre 2021, di un provvedimento cautelare con l’obbligo di dimora nel comune di residenza e di detenzione domiciliare nelle fasce orarie serali e notturne.

    In realtà, subito dopo la notifica dell’ordinanza, si era allontanato dal domicilio in provincia di Napoli rifugiandosi all’estero, motivo per il quale il Tribunale di Treviso, nel gennaio 2022, aveva disposto la misura cautelare della custodia in carcere.

    Nelle scorse settimane, lo straniero si è presentato al commissariato di Anzio-Nettuno per la richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno: è stato qui che gli agenti si sono resi conto che sul suo conto i finanzieri avevano inserito nella banca dati una richiesta di arresto.

    L’uomo è stato dapprima condotto nella casa circondariale di Velletri e poi trasferito nel carcere di Treviso, dove si trova l’altro connazionale della banda, arrestato nel novembre 2022 a Orleans e successivamente estradato in Italia.


    Articolo offerto da Emmerre Auto - Torre del Greco
    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Santa Maria a Vico, scoperta casa a luci rosse

    A Santa Maria a Vico, nel casertano, un'attività illecita è stata scoperta in un appartamento affittato da una donna che favoriva la prostituzione. La donna è stata denunciata per favoreggiamento della prostituzione dopo che i carabinieri hanno identificato un cittadino colombiano agitato in un bar locale. Durante la perquisizione nell'appartamento della...

    Di Lorenzo ammette: “Si è rotto il puzzle”

    "Quando affronti una stagione così difficile diventa complicato aggiustare un puzzle che si è rotto". Queste le parole di Giovanni Di Lorenzo, difensore e capitano del Napoli, intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo il pareggio interno per 2-2 contro il Frosinone. "L'impegno della squadra c'è stato, questa vittoria sarebbe stata...

    Calzona: “Ci manca la cattiveria”

    "Una squadra con la nostra qualità non può subire così tanti gol, ci è mancata cattiveria in fase di non possesso". Queste le parole di Francesco Calzona, allenatore del Napoli, intervenuto ai microfoni di Sky Sport in seguito al pareggio interno per 2-2 contro il Frosinone. "Abbiamo gestito male la partita,...

    Il Napoli si ferma ancora: pari con il Frosinone al Maradona

    Pareggio amaro per il Napoli, che non va oltre il 2-2 contro il Frosinone di Eusebio Di Francesco, perdendo ancora terreno per un piazzamento in Champions League. Alle reti di Politano e Osimhen ha risposto la doppietta di Cheddira, quasi un ex della gara considerando che il suo cartellino...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE